In Ucraina stanno scansionando i monumenti storici a rischio distruzione

In Ucraina, i cittadini sensibili alla Storia stanno utilizzando la tecnologia di modellazione 3D per preservare i siti del patrimonio culturale, prima che rischino di essere distrutti nel corso del conflitto tra gli eserciti ucraino e russo. È un uso deprimente della tecnologia, fare backup digitali di statue e altri artefatti importanti per il pubblico che potrebbero presto essere trasformati in cumuli di macerie:

Il progetto, chiamato Backup Ukraine, è stato organizzato dall’app di acquisizione della fotocamera per smartphone Polycam, che ha collaborato con l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (UNESCO), il Vice Media Group, l’organizzazione no profit danese Blue Shield Danmark, l’iniziativa ucraina di salvataggio di emergenza del patrimonio, e il Museo Nazionale di Storia dell’Ucraina. “Distruggere il patrimonio culturale di un paese è il modo più veloce per cancellare la sua identità nazionale“, si legge sul sito web del progetto. “Alla luce della falsa negazione della Russia del sovrano ucraino e dell’identità nazionale unica, prendiamo molto sul serio la distruzione della storia del paese”. L’obiettivo è scansionare praticamente qualsiasi cosa di valore culturale. L’azienda è attivamente alla ricerca di volontari che possano utilizzare i loro smartphone e l’app Polycam, ora gratuita in Ucraina, per trasformare praticamente qualsiasi cosa in ricostruzioni tridimensionali. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Vogliamo mettere questa nuova tecnologia nelle mani dei cittadini ucraini in modo che possano catturare qualsiasi cosa e tutto ciò che ritengono culturalmente significativo da preservare per sempre in 3D”, si legge sul sito web. Polycam ha accettato di fornire l’hosting per tutte le scansioni per almeno i prossimi cinque anni, che possono essere tutti visualizzati qui. Finora, i cittadini locali hanno scansionato una varietà di oggetti, dai carri armati russi alle semplici torri di Jenga. L’invasione crea uno stato di cose deprimente, ma almeno i residenti stanno trovando modi innovativi per mantenere la loro storia condivisa, anche se solo come fugaci rappresentazioni digitali di ciò che era una volta.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.