Monte Everest: una montagna con circa 200 cadaveri

La montagna più alta del mondo, l’Everest è un luogo molto affascinante che attira visitatori da tutto il mondo. La sua storia però conserva anche lati oscuri, infatti si stima che attualmente ci siano almeno 200 corpi senza vita nei meandri del monte, corpi di tutti gli scalatori che non sono riusciti a raggiungere la vetta. E’ difficile recuperarli, proprio a causa dell’altezza e delle condizioni atmosferiche. L’Everest è pieno di cadaveri, ben conservati, grazie alle gelide temperature.

Uno dei corpi più conosciuti è quello di “Green Boots” deceduto negli anni novanta, il suo corpo è rimasto per circa 20 anni sull’Everest. Venne soprannominato cosi perchè indossava scarponi verdi e con molta probabilità di trattava dell’indiano Tsewang Paljor, scomparso proprio durante una scalata nel 1996 durante una tempesta. Riuscì a rifugiarsi in una caverna, ma purtroppo la tempesta non gli diede comunque scampo. Il suo corpo è stato visto e fotografato da molte altre persone che sono passate da quelle parti, ma è stato rimosso solo nel 2014.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche altri corpi si trovano lungo il percorso, precipitati nei carpacci, sepolti dalle valanghe e così via. Non si sà che abbia rimosso il corpo di “Green Boots”, si pensa siano state le autorità cinesi che sono responsabili di quel versante. Anche un’altra persona si fermò in quella grotta nel 2006 e morì congelato, David Sharp. Mentre era ancora vivo, molti altri scalatori passarono di lì e scambiandolo per “Green Boots” non lo hanno soccorso. Troppo tardi si resero conto che si trattava di qualcun altro, ma l’uomo purtroppo non era più in vita.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: lefotochehannosegnatounepoca.it

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.