Come la Luna sta “rubando” l’acqua alla Terra, un trasferimento lungo miliardi di anni

La Luna ha “rubato” l’acqua dalla Terra per miliardi di anni, rimuovendo ioni idrogeno e ossigeno dalla sua atmosfera, che, una volta combinati, hanno formato permafrost e acqua liquida (nascosta sotto la superficie) con un volume totale di circa 3.500 chilometri cubi, pari all’ottavo lago più grande del mondo. A proporre questa interessante ipotesi è uno studio pubblicato su Scientific Reports dai ricercatori del Fairbanks Institute of Geophysics dell’Università dell’Alaska:

Sono passati quattordici anni da quando gli scienziati hanno fatto la scoperta definitiva dell’acqua sulla luna, per gentile concessione della navicella spaziale indiana Chandrayaan. Nonostante ciò, non è stata determinata una fonte precisa che abbia portato all’accumulo di acqua sulla superficie lunare. Avanti veloce fino al 2022, un team di esperti del Fairbanks Geophysical Institute dell’Università dell’Alaska afferma di aver trovato la risposta nel loro nuovo studio:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Schizzo che mostra lo spaccato tridimensionale della magnetosfera terrestre. Le frecce blu e bianche sono percorsi di movimento degli ioni (per i dettagli vedere Seki et al. 5 ) che illustrano il meccanismo per il trasferimento di ioni ossigeno/idrogeno alla Luna. La linea tratteggiata rossa con la freccia mostra il movimento della Luna nella coda magnetosferica. Le posizioni di fuga nello spazio interplanetario sono contrassegnate dalle posizioni i, ii, iii, iv. L’immagine è stata annegata utilizzando Microsoft PowerPoint per Mac versione 16.55.

Da dove viene l’acqua sulla luna?
Pubblicato sulla rivista Scientific Reports, lo studio suggerisce che la luna abbia assorbito l’acqua della Terra che ha portato all’accumulo. Gunther Kletetschka, l’autore principale dello studio dell’Università dell’Alaska, spiega che gli ioni di idrogeno e ossigeno potrebbero essere sfuggiti all’atmosfera terrestre e combinati sulla superficie lunare. Vale la pena notare che l’acqua sulla luna è presente sotto forma di permafrost o acqua liquida sotterranea e si accumula sul polo nord e sud lunare. Secondo la nuova ricerca, potrebbero esserci diverse migliaia di chilometri cubi d’acqua sulla luna come risultato di questo processo. Non solo, gli scienziati hanno stimato che questo processo di accumulazione è continuato negli ultimi 3,5 miliardi di anni. Spiegando come questi ioni di idrogeno e ossigeno scappano, gli esperti hanno notato che la magnetosfera terrestre ha un ruolo significativo in essa. La magnetosfera è lo strato protettivo attorno alla Terra creato dal suo campo magnetico che protegge il nostro pianeta dai venti solari. Lo studio suggerisce che quando i venti solari colpiscono la magnetosfera, rompe alcune delle linee del campo magnetico. Tuttavia, quando la luna passa attraverso la coda di questa magnetosfera, che avviene cinque volte al mese, le linee interrotte del campo magnetico si riconnettono e gli ioni idrogeno e ossigeno che sono scappati durante la disgregazione iniziale si precipitano nuovamente verso l’atmosfera terrestre. È questo il caso in cui la luna sta ancora passando attraverso la coda della magnetosfera terrestre, viene inondata di ioni:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“È come se la Luna fosse sotto la doccia – una pioggia di ioni d’acqua che tornano sulla Terra, cadendo sulla superficie della Luna”, ha detto Kletetschka in una dichiarazione secondo Science Alert. La presenza di acqua rappresenterebbe un immenso potenziale per gli esseri umani poiché l’acqua può essere utilizzata dagli astronauti che si avventurerebbero sulla superficie lunare per creare basi nel prossimo futuro. Secondo i modelli più attuali adottati, il fenomeno potrebbe essere stato causato dall’impatto di asteroidi, comete e vento solare che trasportano ioni idrogeno e ossigeno. Ma i dati raccolti dalle principali missioni lunari Agenzie spaziali negli Stati Uniti, Europa, India e Giappone indicano anche una terza possibile fonte: l’atmosfera terrestreSulla luna compaiono i dati di presenza Grandi quantità di ossigeno e ioni idrogeno in cinque giorni del mese in cui il nostro satellite naturale incrocia la “coda” della magnetosfera terrestre (quella bolla a forma di lacrima creata dal campo magnetico terrestre che protegge il nostro pianeta dalla fuoriuscita di particelle cariche dal Sole).

Fonti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://uaf.edu/news/earths-atmosphere-may-be-source-of-some-lunar-water.php#gsc.tab=0

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.