Visione ad infrarossi: ecco il sistema per renderla visibile senza costose strumentazioni

Una squadra di ricercatori ingegneri è riuscita a progettare un sistema che consente alle persone di vedere i colori nello spettro infrarosso, purché queste guardino attraverso l’obiettivo di una speciale fotocamera:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il team afferma che il dispositivo può essere utilizzato per visualizzare gas come idrogeno, carbonio e sodio, ciascuno dei quali può brillare intensamente nella visione agli infrarossi. Può anche visualizzare scene in natura, che tendono a sembrare ultraterrene sotto la luce infrarossa. Il sistema garantirebbe così la sostituzione di uno strumento scientifico altrimenti molto costoso, al punto che potrebbe essere utilizzato per la fotografia o attività scientifiche dilettanti. Ecco come funziona:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anzitutto, occorre ricordare che noi umani possiamo vedere la luce con lunghezze d’onda all’interno dello spettro visibile, una banda di colori abbastanza stretta che cade tra la luce ultravioletta e quella infrarossa. I ricercatori dell’Università di Tel Aviv hanno così costruito un sistema che, montato su una fotocamera, rende visibili i colori della luce infrarossa alla nostra vita, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Laser & Photonics Reviews. “[La luce visibile è] solo una piccola parte dello spettro elettromagnetico, che include anche onde radio, microonde, raggi X e altro”, ha affermato il fisico di Tel Aviv Michael Mrejen in un comunicato stampa . “In ciascuna di queste parti dello spettro elettromagnetico, c’è una grande quantità di informazioni sui materiali codificati come ‘colori’ che fino ad ora sono state nascoste alla vista”.

Il team sostiene che la sua invenzione possa rivelarsi utile per visualizzare gas come idrogeno, carbonio e sodio, ciascuno dei quali può brillare intensamente nella visione agli infrarossi. Può anche visualizzare scene in natura, che tendono a sembrare ultraterrene sotto la luce infrarossa. “Quindi un satellite di monitoraggio ambientale potrebbe ‘vedere’ un inquinante emesso da un impianto”, ha detto Haim Suchowski (coautore dello studio) nel comunicato, “o un satellite spia vedrebbe dove si nascondono esplosivi o uranio“.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.