Squalo toro nel Mediterraneo: è più pericoloso l’allarmismo che il pesce predatore, placido nuotatore poco “interessato” ad attaccare gli umani

E se l’allarmismo fosse più pericolo degli squali? Statisticamente pare sia così: a rilanciare lin alto la discussione anche sulle coste italiane – riporta PugliaReporter.com – le voci della presenza di uno squalo toro – che avrebbe aggredito uno sportivo a sud della Puglia, hanno fatto molto discutere sulla sicurezza dei bagnanti e sulla presenza di specie marine giudicate insolite. Tuttavia, gli esperti tendono a ridimensionare l’allerta, parlando di un pericolo che, in realtà, non c’è:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche il blog pugliese ricorda che il cosiddetto squalo toro (ovvero Carcharias taurus), nonostante il suo aspetto, è un pesce predatore tendenzialmente placido e si muove lentamente, benché sia un ottimo nuotatore. Con molta probabilità, su questa ricostruzione non sarebbe d’accordo chi sostiene di aver avuto un incontro ravvicinato ma occorre ricordare che un eventuale attacco sia rarissimo e legato a “equivoci” dell’animale (che potrebbe scambiare una tavoletta da surf per una preda. Si tratta di un squalo appartenente alla famiglia degli odontaspididi e all’ordine dei lamniformi, cui presenza è segnalata nelle acque costali di tutto il mondo con nomi diversi a seconda del luogo in cui abita. Lo squalo toro è nel Mediterraneo, dunque ma non è un animale “assassino” o un “pericolo imminente”: questi animali, spesso anche a rischio di estinzione, sono importanti per la biodiversità marina e generalmente non attaccano i mammiferi (uomo compreso). E’ molto più probabile che gli “incontri ravvicinati” in Puglia possano essere legati alla verdesca (Prionace glauca) , altro squalo predatore anch’esso il più delle volte innocuo nei confronti degli esseri umani. I bagnanti stiano sereni:

- Prosegue dopo la pubblicità -

in caso di avvistamento, evitate di fare allarmismo – potenzialmente dannoso per tutti, non solo per gli animali – limitandovi invece a mantenere le distanze fisiche tra voi e lo squalo, in modo da evitare spiacevoli “incidenti” tra frequentatori del mare. Ricordiamoci, infine, che siamo noi gli ospiti e loro gli abitanti legittimi degli ambienti marini! Una convivenza “pacifica” è, dopotutto, possibile. Infine, a dimostazione del comportamento tendenzialmente tranquillo dello squalo toro, vogliamo condividere con voi alcuni video che documentano alcune nuotate dei sub in compagnia di questi animali. I link ai filmati:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Carcharias_taurus

#squalo #adriatico #jonio #ionio #marmediterraneo #mareadriatico #squalotoro #marjonio #marionio #mare #pesca #pericolo #allarmismo #predatore #attacchi

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.