Scienziati inventano un modo efficace per lavorare l’acciaio inossidabile

Scienziati russi hanno sviluppato una nuova tecnologia per la lavorazione di pezzi in acciaio austenitico, un tipo speciale di acciaio inossidabile. Questa tecnica semplifica la produzione di prodotti in acciaio e migliora la qualità del materiale. L’acciaio austenitico ha un’elevata resistenza, il che lo rende difficile da lavorare. Gli scienziati hanno scoperto che questo problema è risolto dalla forgiatura profonda e dal successivo trattamento termico. Il materiale risultante ha una maggiore resistenza e duttilità.

Gli scienziati della Belgorod State National Research University (NRU “BelSU”) hanno sviluppato un nuovo metodo per la lavorazione dell’acciaio austenitico, che ne migliora la qualità e riduce i costi di produzione dei prodotti in acciaio. Lo ha riferito a RT il ministero russo dell’Istruzione e della scienza. L’invenzione è brevettata dal Servizio federale per la proprietà intellettuale. Lo studio è stato sostenuto dalla Russian Science Foundation. L’acciaio austenitico è un tipo speciale di acciaio inossidabile caratterizzato da elevata resistenza, duttilità, resistenza alla corrosione e proprietà magnetiche. Acciai di questo tipo sono indispensabili nell’ingegneria energetica, nelle imprese dell’industria petrolifera e chimica. Tuttavia, hanno anche uno svantaggio: non è facile ottenere pezzi grezzi e parti da tali acciai a causa delle proprietà fisiche del materiale. Ciò influisce sul prezzo del prodotto finale e limita anche la portata degli acciai di questo tipo. Gli autori del lavoro hanno trovato una soluzione a questo problema:

- Prosegue dopo la pubblicità -

gli scienziati hanno inventato un metodo per la lavorazione dei semilavorati in acciaio, che consente non solo di ridurre i costi e semplificare il processo di produzione dei semilavorati, ma anche di migliorare la qualità dell’acciaio lungo il percorso. Questo processo può essere ottenuto mediante riforgiatura profonda di billette di acciaio seguita da trattamento termico. Per fare ciò, il materiale deve essere deformato durante il processo di forgiatura del 90-95% – nessuno ha mai effettuato una deformazione così profonda delle billette d’acciaio, notano gli autori del lavoro. Quindi il materiale risultante viene sottoposto a lavorazione a bassa temperatura – in combinazione, ciò ha permesso di ottenere acciaio con qualità migliorate. Pertanto, è stato possibile risolvere due problemi contemporaneamente: semplificare la lavorazione dell’acciaio austenitico e migliorarne la qualità.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Secondo gli scienziati, la tecnica è facile da implementare nelle imprese industriali. L’utilizzo di questo metodo più produttivo e tecnologico di lavorazione dell’acciaio consentirà di ridurre il costo dei prodotti finiti, notano gli autori del lavoro. La tecnologia consente di espandere l’uso dell’acciaio austenitico e di organizzare la produzione di vari tipi di elementi di fissaggio da esso – per l’industria meccanica, nucleare, energetica, chimica e di altro tipo.

“Osservando il comportamento dei materiali ad alti gradi del metodo di deformazione utilizzato – forgiatura radiale, abbiamo trovato la formazione di strutture a gradiente, che è una direzione promettente nella progettazione microstrutturale per ottenere materiali con una nuova combinazione di proprietà meccaniche e fisiche. La nostra invenzione apre nuove prospettive per l’uso di acciaio austenitico resistente alla corrosione non magnetico”, ha spiegato a RT Dmitry Panov, ricercatore senior presso il Laboratorio di materiali nanostrutturati sfusi di BelSU.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.