Tutti i pianeti del Sistema Solare visibili ad occhio nudo nello stesso giorno – il video

Tra il 28 ed il 29 dicembre 2022, il Sistema Solare ha offerto ai terrestri uno spettacolo per i fan dello spazio, con tutti e sette i pianeti diversi dalla Terra visibili nel cielo notturno. E’ stato così possibile osservareVenere, Mercurio, Saturno, Giove e Marte ad occhio nudo, partendo dall’orizzonte sud-occidentale e spostandosi verso est:

Tuttavia, Urano, che si trova tra Marte e Giove, e Nettuno, che si trova tra Saturno e Giove, possono essere visti anche con un binocolo o un telescopio. Venere è eclissato Mercurio di 70 volte, quindi sarà considerevolmente più debole del pianeta gemello della Terra. Tutti i pianeti sono così apparsi nel cielo notturno come piccoli punti di luce agli osservatori delle stelle nell’emisfero settentrionale. Mercurio è il pianeta più difficile da vedere senza ingrandimento, poiché si è trovato in una parte luminosa del cielo, tuttavia è stato possibile osservarlo vicino a Venere, molto più luminosa. Nella serata del 29 dicembre 2022 i pianeti sono così apparsi a soli 1,5 gradi di distanza e raggiungono la congiunzione – il loro punto più vicino – il 29 dicembre alle 21:00 GMT (16:00 ET). I due non saranno di nuovo così vicini fino al 2024:

- Prosegue dopo la pubblicità -

E’ stato possibile individuarli in basso a ovest con la vista migliore circa mezz’ora dopo il tramonto, con la scomparsa di Venere avvenuta circa 40 minuti dopo. Il resto dei pianeti si allinea verso est, con Giove che appare più luminoso di tutte le stelle e alto nel cielo meridionale. Mentre il pianeta più grande del nostro sistema solare scompare poco prima di mezzanotte, Marte è visibile tutta la notte dopo che sorge a est poco prima del tramonto. E’ apparso visibilmente rosso e più luminoso della maggior parte delle stelle, mentre il suo vicino Saturno è stato di un colore dorato nella sua comparsa, avvenuta a sud-ovest dopo con il calo dell’oscurità. Il pianeta con gli anelli è così tramontato intorno alle 20:00 GMT (15:00 ET), ma disegnando sempre prima con il passare del mese. Anche la luna si è unita all’allineamento planetario, apparendo come una mezzaluna crescente tra Giove e Saturno stasera. Gianluca Masi, astronomo del Virtual Telescope Project, ha dichiarato a Newsweek:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“In queste notti, possiamo vedere tutti i pianeti del nostro sistema solare a colpo d’occhio, subito dopo il tramonto. Succede di tanto in tanto, ma è sempre uno spettacolo spettacolare.” I cinque mondi brilleranno uno dopo l’altro perché  viaggiano tutti sul piano del sistema solare, noto come l’eclittica. Tuttavia, non saranno così vicini come sembrano, perché ogni  pianeta è a milioni di miglia di distanza dagli altri.

Una “parata planetaria” è stata visibile l’ultima volta dal Regno Unito a giugno , quando è stata raggiunta anche da una falce di luna. I cinque pianeti visibili ad occhio nudo apparivano tutti nell’ordine della loro distanza dal sole, un allineamento che non si vedeva da 18 anni. L’avvistamento di questo mese durerà solo fino alla fine dell’anno, poiché Mercurio svanirà. Il Virtual Telescope Project ha quindi trasmetto online la parata planetaria in diretta su YouTube sopra lo skyline di Roma, in Italia. Il link al video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

#astronomia #pianeti #allineamento

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.