Scoperto un fossile di 183 milioni di anni che sembra “vivo”

Il fossile di un predatore simile al tonno chiamato Pachycormus, splendidamente conservato in tre dimensioni. Con suoi grandi denti e i suoi occhi dà l’impressione che stia per sferrare un attacco:

Il fossile di Pachycormus

Come riportato anche dalla BBC, l’esemplare è stato identificato nel 2022 dai prolifici cacciatori di fossili del West Country Neville e Sally Hollingworth. “È stata una vera sorpresa perché, quando trovi fossili, la maggior parte delle volte sono stati schiacciati dalla pressione nel corso del tempo“, ha detto Neville a BBC News.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Neville e Sally Hollingworth sono famosi per aver trovato fossili eccezionali nella zona della scoprerta

Ma quando abbiamo preparato questo, per rivelare le sue ossa pezzo per pezzo, è stato sorprendente perché all’improvviso ci siamo resi conto che il suo cranio non era fracassato. La sua bocca è aperta e sembra che esca verso di te dalla roccia.” La coppia ha trovato la testa del pesce in una riva erbosa dietro una stalla nel villaggio di Kings Stanley. Stando a quanto si apprende, il fossile era stato racchiuso in uno dei tanti noduli di calcare che cadevano da uno strato di argilla esposto. Il proprietario terriero, Adam Knight, non aveva idea che i suoi bovini inglesi dalle corna lunghe pascolassero su un ricco giacimento fossile, ricordando un tempo, 183 milioni di anni fa, quando la sua fattoria si trovava sotto le calde acque dell’oceano tropicale. Il signor Knight ha dato il permesso a Neville e Sally, e a un team guidato dall’Università di Manchester, di indagare ulteriormente sulla scoperta. È stato portato uno scavatore per estrarre altre centinaia di noduli, che sono stati attentamente aperti per vedere cosa contenevano all’interno:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il bottino includeva altri pesci, calamari e persino le ossa di due ittiosauri, rettili marini vissuto nel periodo dei dinosauri che somigliavano un pò a un grande delfino. “Abbiamo l’intera catena alimentare”, ha detto il paleontologo Dean Lomax, di Manchester. “Quindi questo Pachycormus avrebbe mangiato i pesci più piccoli e i calamari. “E poi, gli ittiosauri avrebbero mangiato il Pachycormus .” È interessante notare che, per un ambiente marino, nello strato di argilla sono presenti anche legno fossilizzato e insetti, suggerendo che la terra non fosse così lontana. C’è un interesse particolare perché gli esemplari sono stati estratti da un raro esempio britannico di un intervallo di tempo nel Giurassico inferiore: lo stadio Toarciano. È noto per l’eccezionale conservazione, compresi i tessuti molli, e il team ha, ad esempio, un pesce di cui è possibile vedere il contenuto dello stomaco:

Dettaglio notevole: i tessuti molli sono preservati nel pesce

“L’ultima esposizione comparabile come questa è stata la cosiddetta Strawberry Bank Lagerstätte, nel Somerset, nel 1800, su cui è stata costruita una nuova struttura,” ha detto Sally. “Il sito di Court Farm consente agli scienziati di svolgere ricerche moderne con materiale fresco e in situ.” Gli Hollingworth sono celebrati per la loro straordinaria capacità di identificare luoghi fossili altamente produttivi. Recentemente hanno scoperto i resti di mammut nel vicino parco acquatico Cotswold, presentati in un documentario della BBC diretto da Sir David Attenborough. Hanno fatto notizia anche con la scoperta di migliaia di echinodermi fossilizzati – stelle marine, ricci di mare e stelle fragili – in una cava nel nord della contea. “Questi siti dicono che ci sono ancora molte scoperte fossili significative a livello nazionale e internazionale che devono ancora essere fatte nel Regno Unito”, ha detto il dottor Lomax. Nello stesso anno è stata annunciata l’intenzione di realizzare un’esposizione pubblica dei fossili al Boho Bakery Café, molto vicino a Court Farm.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: https://www.bbc.com/news/science-environment-62336876

- Prosegue dopo la pubblicità -

#fossile #regnounito #paleontologia #Pachycormus

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.