Scoperta sensazionale: rivelati i veri colori di alcuni dinosauri grazie al rilevamento di melanosomi nei resti fossili

SinosauropteryxUniversità di Bristol:  L’equipe di Michael Benton, tramite un’innovativa tecnica di rilevamento del pigmento del colore su alcuni resti fossili,  ha è riuscita a scoprire quale fosse il vero colore delle piume di alcuni dinosauri, per l’esattezza due differenti specie. Si tratta dell’uccello primordiale Confuciusornis e del piccolo carnivoro Sinosauropteryx. Il secondo dei due rivela una colorazione alquanto inaspettata: si trattava di un dinosauro piumato con fasce bianche e arancioni e, nel modello ricostruito, aveva una coda ad anelli alternati nei due colori. Qui sopra la foto del fossile mentre qui sotto una ricostruzione artistica fedele alle ultime ricerche:
Sinosauropteryx.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per quanto riguarda Confuciusornis, l’animale che più che un dinosauro era un vero uccello primitivo, era a macchie nere, bianche e arancioni. Non è un caso che entrambe le specie esaminate fossero provviste di piume, la tecnica utilizzata infatti permette (almeno per il momento) di esaminare la pigmentazione solo sulle piume fossili.  Foto e ricostruzione:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Confuciusornis

- Prosegue dopo la pubblicità -

 ricostruzione-di-Confuciusornis-sanctus

“Se si fosse trattato di pliche della pelle – ha dichiarato Benton – di tessuto connettivo o di qualche altra cosa, non avrebbero avuto al loro interno dei melanosomi. Lo studio ha inoltre permesso di confermare che l’esistenza delle piume fosse già presente nei dinosauri ben prima dell’avvento delle ali nel mondo dei piumati.

- Prosegue dopo la pubblicità -