Il virus dell’HIV ha un antenato nel “SIV” delle scimmie

Il “SIV” (Simian Immunodeficiency Virus) è ritenuto l’antenato diretto dell’attuale HIV, si tratta di un antico virus presente nelle scimmie come gli scimpanzè che pare non sia pericoloso per questi animali. Le scimmie sarebbero quindi le “portatrici sane” del presunto antenato del virus dell’HIV. Secondo gli studi il SIV è un virus che esiste da 32mila anni. Come abbia potuto arrivare all’uomo tramite mutazione diventando il famoso virus dell’AIDS è ancora un mistero, ma scoperta si ipotizza che la “nascita” del virus in soggetti umani derivi dalle cacciagioni degli anni trenta o anche con riti nei quali veniva coinvolto il sangue di questi animali, situazioni che hanno caratterizzato i periodi dei primi decenni del ventesimo secolo.

- Prosegue dopo la pubblicità -