Il più antico cane domestico della storia: oltre 9.400 anni di età – mangiato da esseri umani

I resti del più antico cane domestico conosciuto sono stati ritrovati in Texas, Nord America scoperti in un campione di rifiuti umani fossilizzati. Il frammento osseo canino risulta vecchio di ben 9.400 anni, o meglio 65.000 in anni canini. Samuel Belknap, dell’Università del Maine, stava studiando la dieta dell’uomo preistorico, quando ha rinvenuto il frammento del teschio dell’antico cane in una grotta nel sud-ovest del Texas. L’osso è di colore arancione, segno del passaggio nell’apparato digerente umano. Altri resti di antichi cani sono stati trovati in Europa, ma in questo caso risulta il più antico mai ritrovato in america. La scoperta suggerisce che l’uomo preistorico curava il suo fedele amico a quattro zampe ma non disdegnava a mangiarlo in caso di necessità e non si esclude anche l’ipotesi che i nostri antenati si impegnassero in queste situazioni per scopi “cerimoniali”.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.