Riconoscere un pulcino di gallina maschio da uno femmina

Riconoscere i pulcini di una determinata specie di uccello può essere un’impresa facilissima quanto piuttosto articolata, dipende infatti dal tipo di pulcino che ci capita di aver di fronte: in alcune specie di uccelli infatti basta notare la differenza di creste e piume per distinguere anche in alcuni casi i neonati maschi da quelli femmina. Più difficile accade quando si parla di pulcino di gallina. Al momento della nascita negli allevamenti, risulta che circa la metà dei piccoli è di sesso maschile: essendo spesso inutilizzabile per l’allevamento, questa parte spesso e purtroppo è destinata al macello. Il compito di distinguere e separare i maschi dalle femmine è difficile e viene quindi affidato ad operai specializzati denominati “sessatori”. In un caso “domestico” ovvero quando ci capita di avere a che fare con un pulcino, non essendo specialisti nel mestiere di “sessatore” basterebbe alzare delicatamente un’ala del pulcino e controllarne la lunghezza delle piume: se le piume sono tutte di una stessa lunghezza si tratterebbe probabilmente di un esemplare maschio (quindi di un futuro signor gallo) mentre al contrario, se le piume dell’ala del pulcino risultassero differenti, quindi parliamo di alcune piume corte ed altre più lunghe allora in questo ultimo caso si tratterebbe di un pulcino femmina, ovvero di una futura signora gallina.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.