Militari USA inventano pizza a lunga conservazione che dura tre anni

Militari USA inventano pizza a lunga conservazione che dura tre anniLa chiamano il Santo Graal dei piatti pronti da mangiare per i soldati, una pizza che può rimanere sullo scaffale per un massimo di tre anni pur restando ancora buona da mangiare.

I soldati hanno chiesto una pizza da razione da campo individuale leggera, come piatto pronto da mangiare, da sostituire con il cibo in scatola per i soldati in zone di combattimento o zone in cui le cucine da campo non possono essere impiantate.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I ricercatori di un laboratorio militare degli Stati Uniti in Massachusetts, segnala Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, hanno inventato una ricetta che non richiede refrigerazione o congelamento.
Uno scienziato degli alimenti dell’ US Army Natick Soldier Ricerca, Sviluppo e Engineering Center Michelle Richardson ha dichiarato “Si può sostanzialmente prendere la pizza, lasciarla sul bancone, confezionata, per tre anni e sarebbe ancora commestibile”.

Gli scienziati dei laboratori di Natick sono anche responsabili dello sviluppo di attrezzature e abbigliamento che migliora l’efficacia del combattimento dei soldati e la loro sopravvivenza, ma la ricerca della buona pizza è diventata nota come il Santo Graal lì. Richardson ha inoltre dichiarato che la pizza è uno degli articoli più richiesti dai soldati nel sondaggio annuale a cui sono invitati ogni anno a partecipare su che cosa vorrebbero vedere nei loro razioni. Il ricercatore, ha passato quasi due anni per sviluppare la ricetta in una grande cucina completa di attrezzature commerciali.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo studio degli scienziati èstati ostacolato dalla composizione dovuta all’umidità della salsa di pomodoro, formaggio e condimenti che vengono assorbiti nella pasta nel tempo, con conseguente in decomposizione della pizza che fornisce in queste condizioni lo sviluppo ideale per muffe e batteri che causano malattie con il tempo.

Ma la ricerca negli ultimi anni li ha aiutati a capire i rimedi per evitare che l’umidità migrasse nella pasta. Il rimedio consiste utilizzando ingredienti chiamati umettanti come zucchero, sale e sciroppi che si legano all’acqua trattenendola nella pasta.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ma questo da solo non aiuterebbe la pizza a rimanere fresca per tre anni a 27C, così gli scienziati hanno ottimizzato l’acidità della salsa, formaggio e pasta per rendere più difficile per l’ossigeno e batteri di prosperare. Hanno anche aggiunto limatura di ferro al pacchetto per assorbire l’aria rimasta nel sacchetto. Per quanto riguarda il sapore “E ‘più o meno gustosa, proprio come una pizza tipica che si fa a casa cotta nella padella e messa nel forno o al tostapane. “L’unica cosa che manca che non è calda quando si mangia. È a temperatura ambiente. “

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lecce, 18 febbraio 2014
Giovanni D’AGATA

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.