Gli orsi polari stanno morendo di fame per i cambiamenti climatici, fotografo in lacrime “non potevo fare nulla” – VIDEO

Quando il fotografo Paul Nicklen e i cineasti del gruppo di conservazione Sea Legacy sono giunti nelle isole Baffin alla fine dell’estate, hanno incontrato uno spettacolo straziante: un orso polare affamato e sul punto di morire.

Nicklen non è estraneo agli orsi. Da quando era un bambino che cresceva nell’estremo nord del Canada, il biologo trasformato in fotografo naturalista ha visto oltre 3.000 orsi in natura. Ma l’orso polare emaciato, descritto nei video che Nicklen e pubblicato sui social media lo scorso 5 dicembre, è stato uno dei luoghi più sconvolgenti che abbia mai visto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Siamo rimasti lì a piangere – filmando con le lacrime che rotolavano giù per le nostre guance”, ha detto. Il video mostra l’orso polare attaccato alla vita, i suoi capelli bianchi che ricoprono mollemente la sua sottile ossatura. Una delle zampe posteriori dell’orso si trascina dietro mentre cammina, probabilmente a causa dell’atrofia muscolare. In cerca di cibo, l’orso polare fruga lentamente attraverso un cestino vicino usato stagionalmente dai pescatori Inuit. Non trova nulla e collassa in modo rassegnato per terra.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nei giorni trascorsi da quando Nicklen ha pubblicato il filmato, gli è stato chiesto perché sia  intervenuto. “Certo, mi è venuto in mente”, disse Nicklen. “Ma non è che io vada in giro con una pistola tranquillante o con 400 chili di carne di foca”. E anche se lo facesse, disse Nicklen, avrebbe solo prolungato la sofferenza dell’orso. Inoltre, dar da mangiare agli orsi polari selvatici è illegale in Canada. Il fotografo della fauna selvatica dice di aver filmato la morte lenta e assediata dell’orso perché non voleva che morisse invano.

“Quando gli scienziati dicono che gli orsi si estinguono, voglio che la gente capisca che cosa assomiglia. Gli orsi moriranno di fame, ha detto Nicklen. “Ecco come appare un orso affamato.”

- Prosegue dopo la pubblicità -

Raccontando la storia di un orso polare, Nicklen spera di trasmettere un messaggio più ampio su come un riscaldamento globale stia portando conseguenze mortali. Gli orsi polari sono stati a lungo mascotte inconsapevoli degli effetti del cambiamento climatico. Come animali che vivono solo nelle regioni artiche, sono spesso i primi a sentire gli impatti delle temperature e dei mari in aumento. I grandi orsi di mezza tonnellata trovano concentrazioni di foche sul ghiaccio marino. Durante i mesi estivi, non è raro che gli orsi polari vadano mesi senza mangiare mentre aspettano che il ghiaccio artico si solidifichi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel 2002, un rapporto del World Wildlife Fund prevedeva che il cambiamento climatico avrebbe potuto portare alla messa in pericolo di un orso polare o all’estinzione. Anche allora, il rapporto ha scoperto che gli orsi polari si muovevano prima da ghiaccio a terra e restavano sulla terra più a lungo, prolungando in modo malsano la stagione di digiuno degli orsi. Entro la fine dell’estate, la maggior parte degli orsi studiati dal World Wildlife Fund ha mostrato segni di inedia.

Quindici anni dopo, i terreni ghiacciati di caccia degli orsi polari sono ancora peggiori. Il National Data and Ice Data Center, che tiene traccia annualmente della copertura di ghiaccio marino, ha regolarmente registrato minimi storici nella copertura dei ghiacci marini, un calo che dovrebbe solo peggiorare. ( Maggiori informazioni su drastiche previsioni per la diminuzione del ghiaccio marino ). Uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Biosciences ha esaminato come la scienza del clima sia spesso falsamente screditata. Lo studio ha scoperto che i negazionisti del clima sono in grado di minimizzare la minaccia dei cambiamenti climatici screditando la minaccia degli orsi polari.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tuttavia, uno studio pubblicato l’anno scorso dalla European Geosciences Union e quest’anno dal US Geological Survey conferma che lo scioglimento dei ghiacci marini continua ad essere una minaccia esistenziale per gli orsi polari. Linkiamo qui sotto lo straziante filmato diffuso in questi giorni dal National Geographic:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.