Materiali superconduttori scoperti nei meteoriti

I meteoriti a volte contengono superconduttori naturali, materiali che conducono elettricità senza alcuna resistenza. E’ quanto scoperto da una squadra di fisici. Il risultato, riportato nella riunione annuale di marzo dell’American Physical Society, non rivoluzionerà la comprensione degli scienziati del sistema solare, ma potrebbe far sorgere speranze di trovare un materiale che sia un superconduttore a temperatura ambiente, che potrebbe potenzialmente portare alle scoperte tecnologiche come i treni a levitazione magnetica.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Sembra che abbiano trovato qualcosa e l’abbiano isolato”, dice Johnpierre Paglione, un fisico di materia condensata dell’Università del Maryland a College Park, il cui team sta esaminando i minerali terrestri presenti in natura.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I superconduttori convenzionali sono costituiti da metalli semplici, come niobio, piombo o mercurio, che diventano superconduttori se raffreddati al di sotto di una “temperatura critica” caratteristica prossima allo zero assoluto-4,2 K nel caso del mercurio. Nel 1986, i fisici hanno scoperto una famiglia di composti contenenti rame che superconduiscono a temperature elevate come 134 K (-139 ° C), un fenomeno noto come superconduttività ad alta temperatura le cui origini rimangono uno dei più grandi misteri della Scienza. Più recentemente, i ricercatori hanno trovato una famiglia di superconduttori a base di ferro ad alta temperatura, e ci sono anche una miriade di altri superconduttori esotici.

- Prosegue dopo la pubblicità -