Le malattie autoimmuni potrebbero essere collegate alla convivenza con un disturbo da stress

Disturbi dello stress di vario tipo potrebbero andare a fare più danni all’organismo secondo un nuovo studio che copre dati su oltre un milione di persone. Lo studio ha trovato un’associazione tra una gamma di tali disturbi e il rischio di sviluppare malattie autoimmuni come l’artrite o il morbo di Crohn.  Mentre i collegamenti tra stress mentale e deterioramento fisico sono stati evidenziati in precedenza, pochi studi precedenti hanno esaminato da vicino la relazione tra lo stress psichiatrico e il sistema immunitario. Ora sembra che il rischio di malattie autoimmuni – dove il meccanismo di difesa del corpo si accende su se stesso – potrebbe essere spinto da disturbi tra cui il disturbo post-traumatico da stress (PTSD). Questo è un collegamento preoccupante, ma potrebbe anche darci degli indizi per sviluppare metodi migliori di trattamento.

“Sappiamo dalla ricerca precedente che troppo stress può disturbare il nostro sistema immunitario, ma questo è il primo studio che mostra il legame tra PTSD e altri disturbi da stress e aumento del rischio di malattie autoimmuni in un ampio campione di individui“, dice uno dei ricercatori , Unnur Anna Valdimarsdóttir dell’Università dell’Islanda.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Guardando i dati raccolti dal sistema sanitario nazionale svedese, i ricercatori hanno identificato 106.464 persone con diagnosi di disturbi da stress, tra cui PTSD. Oltre 30 anni di record, sono stati controllati contro individui senza disturbi da stress – 126.652 fratelli e oltre un milione di persone della popolazione generale. Quelli con disturbi da stress avevano il 30-40 percento in più di probabilità di sviluppare una delle 41 malattie autoimmuni, in media – 9,1 persone per mille per il gruppo di disturbo da stress, 6,5 persone per mille per i loro fratelli e 6 persone per mille per un gruppo abbinato senza PTSD o altri disturbi da stress.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le relazioni esatte tra disturbi e malattie variavano – ad esempio, gli individui con PTSD che assumevano antidepressivi noti come inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI), erano particolarmente a rischio di sviluppare malattie autoimmuni. Questo potrebbe essere un indicatore della gravità del disturbo da stress, dicono i ricercatori, con le persone che sono più colpite e che hanno maggiori probabilità di essere prescritti antidepressivi. Vale anche la pena notare che il più lungo uso dell’SSRI è continuato, più il rischio è caduto.

“Il messaggio principale ai pazienti che soffrono di gravi reazioni emotive dopo un trauma o altri stressanti della vita è quello di cercare un trattamento”, ha detto a Reuters uno dei ricercatori, Huan Song, dell’Università dell’Islanda, a Lisa Rapaport . “Ora ci sono diversi trattamenti, entrambi i farmaci e approcci comportamentali cognitivi, con efficacia documentata”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come al solito con questi tipi di studi, non possiamo dire con certezza che i disturbi da stress causino malattie autoimmuni. Solo che sembra esserci un’associazione tra i due. I ricercatori suggeriscono che le persone che vivono con PTSD potrebbero finire per bere di più o dormire meno, ad esempio, che potrebbe spingere verso l’alto il rischio di problemi autoimmuni. Un’altra possibilità è che alcuni terzi fattori sconosciuti aumentano il rischio sia di malattie autoimmuni che di disturbi da stress. In definitiva, abbiamo bisogno di più ricerca e più dati per affinare la nostra comprensione di ciò che sta realmente accadendo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche se le conclusioni che i ricercatori possono prendere in questo momento sono limitate, vi è un collegamento statisticamente significativo qui, e la vastità della coorte e la lunghezza del tempo implicato significa che questo è sicuramente degno di ulteriori indagini. Con il progredire della ricerca, è possibile ipotizzare che il miglioramento dei trattamenti per le persone con disturbi da stress potrà anche ridurre il rischio di malattie autoimmuni più avanti nella vita.

La prossima sfida è di elaborare i meccanismi biologici che causano questa associazione. Secondo Mayer Bellehsen del Unified Behavioural Health Center per i veterani militari e le loro famiglie a New York, che non è stato coinvolto nello studio, è più evidente come lo stress estremo abbia un impatto diretto sui nostri corpi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Indipendentemente dalla causa, questo studio aggiunge l’evidenza del legame tra condizioni di stress e benessere fisico, garantendo ulteriore attenzione alla riduzione del trauma e di altre cause delle condizioni di stress, oltre a migliorare il trattamento di queste condizioni”, ha detto Bellehsen Steven Reinberg a HealthDay . La ricerca è stata pubblicata sul Journal of American Medical Association .  Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.