Studio Harvard: “latte pastorizzato sta causando il cancro nella popolazione, ecco perché”

La verità ha ancora una volta scosso le fondamenta della “American Tower of Babel” che è la scienza mainstream, con un nuovo studio dell’Università di Harvard che rende noto come il latte pastorizzato prodotto dalle fattorie è collegato all’insorgenza di tumori ormono-dipendenti. Si scopre che il modello CAFO (Concentrated Animal Feeding Operations) per allevare mucche nelle fattorie produce latte con livelli pericolosamente alti di estrone solfato, un composto di estrogeni legato a tumori del testicolo, della prostata e della mammella.

Il dott. Ganmaa Davaasambuu, Ph.D., ei suoi colleghi hanno identificato specificamente il “latte dei moderni caseifici” come il colpevole, riferendosi alle operazioni di confinamento su larga scala in cui le mucche vengono munte 300 giorni all’anno, anche mentre sono in stato di gravidanza. Rispetto al latte crudo della sua Mongolia natia, che viene estratto solo durante i primi sei mesi dopo che le mucche hanno già dato alla luce, il latte di fabbrica pastorizzato è stato trovato contenere fino a 33 volte più solfato di estrone.  In parole povere, il latte diventa un potenziale cancerogeno a causa delle nostre abitudini nel berlo quotidianamente. Acquistandolo spesso aumentiamo la richiesta sul mercato che dunque è costretta ad aumentarne la produzione a livello industriale. Valutando i dati provenienti da tutto il mondo, il dott. Davaasambuu e i suoi colleghi hanno identificato un chiaro legame tra il consumo di tale latte ad alto ormone e alti tassi di tumori ormono-dipendenti. In altre parole, contrariamente a quello dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti(USDA), e la lobby del latte convenzionale vi farebbe credere che il latte trasformato proveniente dalle fattorie non è un prodotto per la salute, ed è direttamente implicato nel provocare il cancro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Il latte che beviamo oggi è molto diverso dal latte che i nostri antenati un tempo bevevano” senza danni apparenti per 2.000 anni, il dott. Davaasambuu è citato nella Gazzetta di Harvard . “Il latte che beviamo oggi potrebbe non essere il cibo perfetto della natura.” Nel frattempo, il latte crudo, nutrito con erba, proveniente da mucche munte ai tempi giusti, è collegato al miglioramento della digestione, alla guarigione dei disordini autoimmuni e al miglioramento dell’immunità, che può aiutare a prevenire il cancro. Anche se non lo ascolterai mai dai media tradizionali, tutto il latte non è lo stesso – il modo in cui una mucca viene allevata, quando viene munta, e il modo in cui il suo latte viene trattato e lavorato fa la differenza se il prodotto finale promuove la salute o la morte.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il governo americano cerca di perpetuare ulteriormente la menzogna secondo cui tutto il latte è lo stesso con le egregie nuove disposizioni contenute nel Farm Bill del 2012. Particolarmente preoccupanti sono le nuove disposizioni della legge agricola 2012 che creano ancora più incentivi per gli agricoltori a produrre la più bassa qualità possibile e la maggior parte del latte che distrugge la salute. Invece di incentivare le mucche al pascolo sui pascoli, che consente loro di nutrirsi di erba, un alimento nativo che i loro sistemi possono elaborare, il governo incentiverà piuttosto metodi di allevamento estremamente confinati che costringono le mucche a mangiare mais geneticamente modificato (GM) e altri mangimi, che li rende malati.

Allo stato attuale, il governo fornisce già incentivi per gli agricoltori a smettere di far pascolare i loro animali, per confinarli in gabbie come parte di un modello Total Dairy Conquiry, ovvero allevamenti industriali. Ma la Farm Bill del 2012 farà un ulteriore passo in avanti mettendo al bando il “pricing dei componenti” per il latte, che consiste nel permettere agli allevatori di vendere latte con maggiori proteine ​​e grassi butirrici a un prezzo più alto. Se il latte è migliore, quindi, il suo prezzo non varierà. Dunque chi produce latte più scadente sarà più invogliato a produrlo così. Permettere agli agricoltori di vendere latte di qualità superiore a un prezzo più elevato fornisce loro un incentivo per migliorare le condizioni di vita nelle loro aziende e mungere migliori razze bovine. Ma il governo degli Stati Uniti preferirebbe standardizzare tutto il latte per renderlo qualitativamente omogeneo, e creare un sistema in cui gli agricoltori continuino a produrre latte cancerogeno dalle mucche malate per darlo da bere a milioni di bambini.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il legame tra cancro e ormoni alimentari – in particolare l’estrogeno – è stato fonte di grande preoccupazione tra gli scienziati, ha detto Ganmaa, ma non è stato ampiamente studiato o discusso. Il rischio potenziale è grande. Gli estrogeni naturali sono fino a 100.000 volte più potenti delle loro controparti ambientali, come i composti simili agli estrogeni nei pesticidi. “Tra le vie di esposizione umana agli estrogeni, siamo principalmente preoccupati per il latte vaccino, che contiene una notevole quantità di ormoni sessuali femminili“, ha detto Ganmaa al suo pubblico. Dairy, ha aggiunto, rappresenta il 60-80% degli estrogeni consumati. Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per saperne di più, visita:
http://www.anh-usa.org/healthy-milk-what-is-it/ 

Le fonti per questo articolo includono: 

- Prosegue dopo la pubblicità -

http://www.anh-usa.org/healthy-milk-what-is-it/ 

http://news.harvard.edu/gazette/2006/12.07/11-dairy.html 

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.naturalnews.com/035039_raw_milk_pasteurized_CDC.html

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.