Come ha fatto una balena di 10 metri ad arrivare nella giungla amazzonica?

Una megattera lunga circa 10 metri è stata trovata morta nella giungla amazzonica, a chilometri dal suo habitat naturale.  Gli esperti in Brasile sono rimasti sconcertati sul modo in cui l’animale da dieci tonnellate è arrivato nella zona boschiva a circa 50 piedi (15 metri) dal mare. Il mammifero marino è stato scoperto venerdì scorso nel mezzo del sottobosco sull’isola di Marajo, al largo della spiaggia di Araruna, alla foce del Rio delle Amazzoni. Gli scienziati ritengono che la creatura sia morta in mare e possa essere giunta nell’area boscosa dopo che il mare agitato e l’alta marea l’hanno trascinata nell’entroterra, lontano dall’oceano.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una squadra di Semma si è così recata nella regione per ispezionare i resti – appartenenti probabilmente ad un giovane esemplare di circa 12 mesi – per raccogliere informazioni che possano aiutare a spiegare come la creatura acquatica sia giunta nella giungla. I video registrati sul luogo del rinvenimento mostrano il corpo senza vita del mammifero tra le mangrovie paludose circondate da alberi, senza segni visibili di ferite.  In un post di Facebook della ONG, l’Istituto Bicho D’agua che si basa sull’isola Marajo, i biologi spiegano che il sospetto sia legato alle onde alte. The Maritime Herald ha suggerito che l’animale potrebbe essere stato ucciso inghiottendo plastica marina e il corpo è stato quindi trasportato dalle onde nell’entroterra. Dirlene Silva, del dipartimento di salute, igiene e ambiente (Semma), ha dichiarato al media brasiliano Journal O Liberal: “Abbiamo trovato la balena solo per la presenza di rapaci in cerca di cibo. Gli avvoltoi sono stati avvistati in cerchio sopra la carcassa che è stata trovata nascosta nel cespuglio a una certa distanza dal mare.” 

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una squadra di dieci biologi ha lottato per raggiungere il corpo della balena al primo tentativo, e sono stati in grado di raggiungerla solo al secondo tentativo, secondo il sito di notizie brasiliano O Tempo Brasil .  I biologi dell’Istituto Bicho D’agua sono stati chiamati a raccogliere campioni forensi per determinare la causa della morte.  Credono che l’enorme animale, che misura sei piedi di larghezza, fosse già morto quando è stato trasportato da enormi onde al suo luogo innaturale di riposo. Renata Emin, presidente del progetto e specialista marittimo, ha detto: “Non siamo ancora sicuri di come sia atterrato qui, ma supponiamo che la creatura galleggi vicino alla riva e alla marea, che è stata piuttosto considerevole negli ultimi giorni, lo raccolse e lo gettò nell’entroterra, nelle mangrovie”.

“Insieme a questa prodezza sorprendente, siamo confusi su cosa faccia una balena megattere sulla costa settentrionale del Brasile durante il mese di febbraio, perché questo è un evento molto insolito.” Secondo l’esperto, le balene megattere si vedono normalmente a Bahia sulla costa nord-orientale tra agosto e novembre.  È una zona di allevamento e di consegna ben nota. Quindi le balene migrano in Antartide per nutrirsi. Un video diffuso sul web:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel)