Alcolici, ecco la nazione con più ubriachi al mondo

I risultati provengono dall’ottava Global Drugs Survey annuale, che si ritiene sia il più grande sondaggio sull’uso di sostanze nel mondo. I critici sostengono che i risultati contestano uno studio importante la settimana scorsa che ha dimostrato che i britannici stanno bevendo meno alcolici di quanto non fossero dieci anni fa:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gli esperti ritengono che questo sia guidato dai giovani, la generazione “millenaria”, che tende ad essere molto più moderata nelle loro abitudini di consumo rispetto ai gruppi più anziani. I ricercatori con sede a Londra hanno intervistato 5.400 persone provenienti da Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord e oltre 120.000 a livello mondiale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il professor Adam Winstock, fondatore del Global Drugs Survey, ha dichiarato che mentre un numero inferiore di persone si limitano a consumare qualche bicchiere, molti di coloro che lo stanno facendo rischiano di compromettere gravemente la propria salute. Il ricercatore ha aggiunto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Ci viene detto che troppo è cattivo, e lo è, ma le linee guida attuali non accettano il piacere dell’ubriachezza e danno una piccola guida sulla differenza tra essere un po ‘ubriachi e molto ubriachi, e farlo tre o quattro volte a anno contro settimanale. Abbiamo bisogno di avere quella conversazione. Nel Regno Unito non tendiamo a moderare, finiamo per ubriacarci come punto della serata. Fino a quando la cultura non cambierà e diventeremo più europei e moderati nel bere, potremmo dover mordere la pallottola e pensare a come consigliare alle persone di ubriacarsi bevendo di meno. Trovarsi ubriachi comporta rischi di lesioni e danni alla salute, ma dobbiamo iniziare a mettere in evidenza i rischi a diversi livelli di consumo di alcolici anche se sono al di sopra dei limiti di sicurezza”.

Le attuali linee guida NHS dicono che gli adulti non dovrebbero bere più di 14 unità di alcolici a settimana – circa sei pinte di birra. Il sondaggio ha rilevato che il Regno Unito è il secondo dietro l’Australia in quante persone hanno cercato trattamenti di emergenza a seguito dell’uso di alcol negli ultimi 12 mesi: il 3,7% degli intervistati. I bevitori del Regno Unito si sono rammaricati poco meno di un quinto (18,5%) delle loro sessioni di bevute, rispetto al 20% a livello globale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).