Press "Enter" to skip to content

Caffè al ginseng: in una tazzina altro che benefici. Ecco cosa contiene, il video:

Per molti è difficile rinunciare ad una tazzina di caffè, in alcuni casi addirittura c’è chi si porta la moka nei viaggi all’estero per essere sicuro di averlo sempre a portata di mano.
L’Italia è la patria del caffè e pensamo di essere super esperti del settore, ma siamo certi di ciò che beviamo? Sappiamo cosa contiene il caffè che usiamo a casa? Qualche mese fa Report ha svolto un’inchiesta assieme all’aiuto di alcuni professionisti del settore.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Bernardo Iovene con l’aiuto di Andrej Godina, dottore in scienza del caffè e assaggiatore esperto, hanno dimostrato che: “Siamo tra i peggiori importatori al mondo di caffè, spediamo male e poco. Questo perché i nostri bar sono ostaggi della torrefazione, finanziatore occulto di molte attività purché venga comprata la loro miscela di caffè che non è tra le qualità migliori”, così inizia il servizio

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ciò che consumiamo non è di alta qualità, il caffè utilizzato in Italia nella maggiorparte dei casi è troppo tostato, quasi bruciato e amaro e perde spesso le sue proprietà benefiche. Noi siamo assuefatti da questo sapore e non ce ne rendiamo più conto.
Un’altra alternativa al caffè, per chi non può bere il classico caffè ma non vuole rinunciare al momento relax tanto amato dagli italiani è il caffè al ginseng, che ormai è diffuso ovunque.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il ginseng cinese o coreano è una pianta appartenente alle Araliacee e ha proprietà energizzanti, aiuta contro l’invecchiamento, aiuta il sistema endocrino, il sistema immunitario e nervoso. Ma quante di queste proprietà sono racchunse realmente nel caffè al ginseng che consumiamo al bar?

In base al servizio di Report si evince che in una tazzina di caffè al ginseng ci sono elevate quantità di zucchero (si può arrivare anche a 14 gr, l’equivalente di 3 bustine), caffè solubile istantaneo (circa il 10% del prodotto), e solo un 0,04% di estratto di radice di ginseng . Inoltre risultano esserci addensanti, grassi,aromi sia naturali che artificiali, insomma più che caffè al ginseng, un caffè zucchero e altri ingredienti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’ideale sarebbe bere la bevanda al ginseng fatta in casa, direttamente estratta dalla pianta, cosa un pò difficile se non si ha una coltivazione di ginseng a portata di mano. Quindi la cosa migliore sarebbe evitare di utilizzarla, ci sono molte altre alternative energizzanti più naturali.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

- Prosegue dopo la pubblicità -
error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.