Press "Enter" to skip to content

Carta di pietra: il foglio sul quale è possibile scrivere sott’acqua. Restano i dubbi sull’impatto ambientale

Si chiama Carta di pietra (nota anche come carta calcare, carta roccia , genericamente indicata come carta bio-plastica, carta minerale o carta minerale ricca) ed è un nuovo tipo di forte e durevole materiale cartaceo che è possibile utilizzare persino sott’acqua:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fabbricata da carbonato di calcio legato con piccola quantità di resina alto polietilene ad alta densità (HDPE), la carta di pietra è usata per articoli di cartoleria, volantini, poster, libri, riviste, borse, imballaggi, carta da parati, adesivi, etichette, etichette in-mould, piatti, vassoi, contenitori e mappe, tra gli altri usi. La carta di pietra ha un intervallo di densità di 1,0-1,6 g / cm 3 , che è uguale o leggermente superiore alla carta normale e una trama un po ‘simile a quella della membrana esterna di un uovo sodo . Può essere riciclato con materie plastiche numero 2 o rifatto in una ricca carta minerale e non è biodegradabile ma è foto-degradabile in condizioni adeguate. È adatta per applicazioni come articoli di cartoleria, borse, imballaggi, adesivi, carta oleata, involucri, contenitori e molte altre applicazioni. Un altro video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La carta di pietra presenta numerosi vantaggi rispetto alla carta tradizionale a base di pasta di legno. La carta di pietra è priva di acidi con un pH neutro ; non ha grano; è resistente all’acqua, al grasso e agli insetti; e lacrime con difficoltà a causa di una consistenza simile al lattice. Il materiale composto all’80% di carbonato di calcio e al 20% di polietilene ad alta densità. Poiché non è fatto con fibre di legno, la carta di pietra possiede una superficie più liscia rispetto alla maggior parte dei prodotti di carta tradizionali, eliminando la necessità di un rivestimento o laminazione. La fonte del carbonato di calcio è il materiale di scarto raccolto da cave e scarti di marmo che vengono macinati e ridotti a polvere di carbonato di calcio bianco fine . La produzione di carta per pietre non utilizza acqua , acido, candeggina o brillantanti ottici. Può essere riciclato all’infinito, ma solo se riciclato separatamente in siti di servizi civici. La carta in pietra è compatibile con stampanti a getto d’inchiostro o a inchiostro solido (ad es. Offset, tipografica, rotocalco, flessografica) ma non risponde bene alle stampanti laser ad altissima temperatura. La carta di pietra è un composto di carbonato di calcio proveniente da miniere e cave di nastro, combinato con una resina atossica. Tuttavia, restano i dubbi sull’impatto ambientale:

- Prosegue dopo la pubblicità -

In Italia, sono già state sollevate critiche riguardo alla sua ecologicità: i dubbi riguardano in particolare la provenienza del carbonato di calcio impiegato, che potrebbe provenire non da scarti di lavorazione mineraria, ma da formazioni rocciose di grande valore ambientale, quali le Alpi Apuane. Non vi sono evidenze pubbliche della sua biodegradabilità, data la presenza del 20% di polietilene (una tipologia di plastica), e sul suo effettivo riciclo, dato che attualmente non esiste un sistema di raccolta e avvio al riciclo di questo materiale, il quale non può in alcun modo essere riciclato insieme alla carta.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.