Press "Enter" to skip to content

Grossi esemplari di leone marino salgono sulla barca – il video diventa virale

Un video divertente – divenuto in breve tempo virale su YouTube – mostra i due “doggos d’acqua” (leoni marini) che si rilassano su quella che sembra essere una barca vuota che galleggia nel mezzo dell’insenatura. L’imbarcazione sembra abbastanza vicina al ribaltamento da così tanto peso:

- Prosegue dopo la pubblicità -

I leoni marini sono pinnipedi caratterizzati da paraorecchie esterni , lunghe zampe anteriori, capacità di camminare a quattro zampe, pelo corto e folto, petto e pancia grandi. Insieme alle foche da pelliccia , costituiscono la famiglia Otariidae , foche dalle orecchie , che contiene sei specie esistenti e una estinta (il leone marino giapponese ) in cinque generi . La loro gamma si estende dalle acque subartiche alle acque tropicali dell’oceano globale sia nell’emisfero settentrionale che in quello meridionale , con la notevole eccezione del nordOceano Atlantico . [1] Hanno una durata media di 20-30 anni. Un leone marino maschio della California pesa in media circa 300 kg (660 libbre) ed è lungo circa 2,4 m (8 piedi), mentre il leone marino femmina pesa 100 kg (220 libbre) ed è lungo 1,8 m (6 piedi). Il leone marino più grande è il leone marino di Steller , che può pesare 1.000 kg (2.200 libbre) e crescere fino a una lunghezza di 3,0 m (10 piedi). I leoni marini consumano grandi quantità di cibo alla volta e si sa che mangiano circa il 5–8% del loro peso corporeo (circa 6,8–15,9 kg (15–35 libbre)) con una singola alimentazione. I leoni marini possono muoversi intorno ai 16 nodi (30 km / h; 18 mph) in acqua e al loro massimo possono raggiungere una velocità di circa 30 nodi (56 km / h; 35 mph). [2] Tre specie, il leone marino australiano , ilIl leone marino delle Galapagos e il leone marino della Nuova Zelanda sono elencati come In pericolo. [3] [4] [5] – link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

Fonti:

- Prosegue dopo la pubblicità -
  1.  “California Sea Lion – SeaWorld Info Book”. SeaWorld. Archived from the original on 14 April 2015. Retrieved 26 December 2013.
  2. ^ Riedman, Marianne (13 December 1989). The Pinnipeds: Seals, Sea lions, and Walruses. University of California Press. p. 7ISBN 9780520064973.
  3. ^ Chilvers, B. L. (2015). “Phocarctos hookeri. The IUCN Red List of Threatened Species”. International Union for Conservation of Nature and Natural Resourcesdoi:10.2305/IUCN.UK.2015-2.RLTS.T17026A1306343.en.
  4. ^ Trillmich, F. (2015). “Arctocephalus galapagoensis. The IUCN Red List of Threatened Species”. International Union for Conservation of Nature and Natural Resourcesdoi:10.2305/IUCN.UK.2015-2.RLTS.T2057A45223722.en.
  5. ^ Goldsworthy, S. D. (2015). “Neophoca cinerea. The IUCN Red List of Threatened Species”. International Union for Conservation of Nature and Natural Resourcesdoi:10.2305/IUCN.UK.2015-2.RLTS.T14549A45228341.en

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.