Affondano navi ed aerei in disuso di proposito per incentivare la crescita di coralli ed il turismo subacqueo. Le insolite iniziative di alcuni governi del mondo – link video

foto embed: visitflorida.com

Aerei e vecchie navi in disuso affondati di proposito per incentivare la crescita di nuovi coralli – un esempio risale al 2017, quando, come parte della sua strategia per espandere e diversificare i prodotti turistici nella città costiera giordana di Aqaba, l’Autorità della Zona Economica Speciale di Aqaba (ASEZA) ha recentemente organizzato un nuovo sito di immersione per aumentare il numero di barriere coralline e vita marina:

- Prosegue dopo la pubblicità -

L‘ASEZA ha sommerso il corpo di un aereo da trasporto militare Hercules fuori servizio, che è stato donato dalla Royal Jordanian Air Force, per fornire un altro sito unico per gli appassionati di immersioni globali. L’aereo, che in passato è stato utilizzato dalla Royal Jordanian Air Force per trasportare soldati e ha partecipato a molte missioni militari e umanitarie, è stato affondato e sommerso nella costa meridionale della spiaggia di Aqaba, dove le autorità giordane avevano precedentemente sommerso un carro armato da battaglia alla fine degli anni ’90. Simili iniziative sono state effettuate negli anni passati anche dagli Stati Uniti d’America, che nel 2006 hanno affondato anche una vecchia nave portaerei – la Oriskany, giudicata non rischiosa per l’ambiente – al fine da ripopolare l’ecosistema marino attraverso un insolito incentivo di crescita per coralli ed altri organismi tipici. Link video dell’affondamento:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il relitto della portaerei nel 2015, visibilmente ricoperto di organismi marini:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.