Shunosaurus, il dinosauro gigante che depose l’uovo fossile sequestrato all’aeroporto di Bergamo

wikimedia.org

Nel mese di giugno 2021, ha fatto molto parlare di se la notizia del sequestro di un grosso uovo fossile ritrovato da alcuni funzionari dell’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane presso l’Aeroporto internazionale di Bergamo:

Giunto nel bagaglio di un passeggero proveniente dalla Malaysia, il reperto, una volta analizzato da i responsabili della Sovrintendenza archeologica, belle arti e paesaggio di Bergamo e Brescia, è stato identificato come un uovo di dinosauro giunto in Italia in maniera illegale e pertanto sottoposto a sequestro e in attesa di musealizzazione. Il reperto fossile sarebbe riconducibile ad una specie di dinosauro gigantesca:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Uno scheletro completo esposto in un museo – wikimedia.org

L’uovo fossile, infatti, sarebbe riconducibile alla specie di Shunosaurus, un sauropode del Cretaceo inferiore, originario della Cina. Lo Shunosaurus, che significa “lucertola shu”, è un genere di dinosauro sauropode proveniente dailetti del Giurassico superiore ( oxfordiano ) nellaprovincia cinese del Sichuan , circa 159±2 milioni di anni fa. Il nome deriva da “Shu”, antico nome della provincia del Sichuan. Il primo fossile di Shunosaurus è stato scoperto nel 1977 da un gruppo di studenti che praticavano scavi paleontologici su un argine stradale. La specie tipo, Shunosaurus lii, è stata descritta per la prima volta e nominata da Dong Zhiming, Zhou Shiwu e Zhang Yihong nel 1983. Il nome generico deriva da “Shu”, un antico nome del Sichuan. Il nome specifico onora l’idrologo Li Bing , governatore del Sichuan nel III secolo a.C.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Un teschio fossile – wikimedia.org

L’ olotipo , IVPP V.9065, è stato raccolto dalla Formazione inferiore di Xiashaximiao vicino a Dashanpu, Zigong. Consiste in uno scheletro parziale. Successivamente furono scoperti una ventina di esemplari più importanti, tra cui diversi scheletri, crani e esemplari giovani completi o quasi completi, rendendo Shunosaurus uno dei sauropodi anatomicamente meglio conosciuti, con il 94% di tutti gli elementi scheletrici identificati. Gli scheletri di Shunosaurus sono esposti al Museo dei dinosauri Zigong a Zigong , nella provincia del Sichuan , e al Museo di storia naturale di Tianjin. Una seconda specie proposta, S. ziliujingensis , nome citato nella guida del museo Zigong per indicare una forma più piccola e più antica, non è mai stata formalmente descritta, e quindi rimane un nomen nudum. Nel 2004 un esemplare parzialmente semi-articolato proveniente dalla cittadina di Jiangyi nella contea di Yuanmou è stato descritto come la nuova specie Shunosaurus jiangyiensis . È noto da nove cervicali, 15 dorsali, tre sacrali, quattro caudali, entrambe scapole, il coracoide destro e la clavicola, l’arto anteriore destro privo della mano, un pube e un ischio e l’arto posteriore destro, trovati nella sezione superiore del Giurassico Formazione di Xiashaximiao. La specie è stata separata da Shunosaurus lii in base alla sua cintura pettorale unica, ma è stata descritta come molto simile sia a Shunosaurus lii che a Kunmingosaurus.

Confronto in scala tra uomo e un esemplare medio del dinosauro – wikimedia.org

Shunosaurus è stato inizialmente stimato essere lungo 11 metri (36 piedi); ritrovamenti successivi e più completi indicavano una dimensione un po’ più piccola. Nel 2010 Gregory S. Paul ha stimato la lunghezza a 9,5 metri (31 piedi), il peso a 3 tonnellate (3,3 tonnellate corte). Shunosaurus aveva un collo molto corto per essere un sauropode, essendo stato “superato” solo in questo senso da Brachytrachelopan . [6] I crani trovati sono per lo più compressi o disarticolati e l’interpretazione della forma della testa è variata da ampia, corta e profonda a estremamente stretta e appuntita. [8]Le mascelle superiore e inferiore erano fortemente incurvate verso l’alto, consentendo loro di funzionare come un paio di cesoie da giardino. I denti erano abbastanza robusti ma allungati con una lunghezza della corona fino a 8 centimetri (3,1 pollici). Mostrano una combinazione unica di un corpo cilindrico che termina con una punta spatolata. Nel 1989 è stato scoperto che la coda terminava in una clava , [9] dotata sulla sommità di due punte successive formate da osteodermi a forma di cono lunghi 5 centimetri (2,0 pollici) probabilmente usati per respingere i predatori.

- Prosegue dopo la pubblicità -
randello di coda – wikimedia.org

Shunosaurus era originariamente classificato come un membro dei Cetiosaurinae ; nel 1992 Dong lo ha assegnato a Shunosaurinae all’interno dei Cetiosauridae. Le analisi cladistiche hanno prodotto risultati contrastanti. Nel 1995 Paul Upchurch ha pubblicato uno studio in cui Shunosaurus apparteneva agli Euhelopodidae insieme ad altri sauropodi cinesi giurassici. [11] Tuttavia, un’analisi di Jeffrey Wilson nel 2002 ha indicato che aveva una posizione molto basale all’interno dell’Eusauropoda. Shunosaurus è forse imparentato con Rhoetosaurus del Queensland in Australia. La sua lunghezza del collo indica che Shunosaurus era un browser basso. La forma delle sue mascelle è ben adattata alla lavorazione di grandi quantità di materiale vegetale grossolano. Shunosaurus rappresenta il 90% dei fossili trovati nella fauna di Dashanpu, dimostrando che era un membro dominante e/o comune del suo habitat e ambiente . Condivideva il paesaggio locale del Giurassico medio con altri sauropodi, Datousaurus , Omeisaurus e Protognathosaurus , il possibile ornitopode Xiaosaurus e il primo stegosauro Huayangosaurus , così come il carnivoro teropode Gasosaurus .

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.