Australia: decolla la prima “auto” elettrica volante – video e dettagli tecnici

Airspeeder afferma che la sua auto da corsa elettrica “volante”, l’Alauda Mk3, ha effettuato i suoi primi voli di prova non pilotati nell’Australia meridionale. Il velivolo, un multicopter dal decollo verticale (abbreviato eVTOL per posta Lectric v ertical t ake o ff e l ANDing) è stato controllato da remoto e i voli di prova si è svolta sotto la supervisione dell’autorità civile sicurezza aerea australiana:

La serie, realizzata in collaborazione con Acronis, è la prima del suo genere e presenterà una tecnologia rivoluzionaria che aprirà la strada a una serie con equipaggio prevista per il 2022. L’obiettivo finale di Airspeeder e Alauda Aeronautics (la prima è la serie da corsa, la seconda è il produttore), entrambe fondate dall’imprenditore Matthew Pearson, è stato quello di costruire veicoli volanti con lo scopo di gareggiarli, che secondo le aziende è il prossimo passo. Secondo il sito web di Airspeeder, la “buona esecuzione di questi voli significa che i Gran Premi di auto elettriche volanti senza equipaggio si svolgeranno nel 2021 in tre località internazionali che verranno presto rivelate”. L’Airspeeder Mk3 è davvero un macchinario impressionante, in grado di raggiungere i 120 km/h e di utilizzare LiDAR, RADAR e visione artificiale:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Secondo Airspeeder (pdf), l’Mk3 non pilotato pesa 130 chilogrammi (circa 286 libbre), può andare da zero a 62 mph in 2,8 secondi e salire a 500 metri. Ha una batteria rimovibile, che i suoi addetti ai box sono stati in grado di sostituire in meno di 20 secondi. Può volare da 10 a 15 minuti con un pacco batteria, afferma la società, ed è dotato di lidar e radar per creare un “campo di forza virtuale” per aiutare a prevenire le collisioni. “La presentazione della prima auto da corsa volante elettrica al mondo è un momento fondamentale all’alba di una nuova rivoluzione della mobilità“, ha commentato Matthew Pearson, fondatore di Airspeeder e Alauda Aeronautics. “È la competizione che guida il progresso e la nostra serie di corse sta accelerando l’arrivo della tecnologia che trasformerà il trasporto passeggeri in aria pulita, la logistica e persino la mobilità aerea avanzata per applicazioni mediche. Le prime gare di auto volanti elettriche al mondo si svolgeranno quest’anno e saranno il motorsport più emozionante e progressivo del pianeta”. Il video del test:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Attualmente in produzione presso il quartier generale tecnico di Airspeeder e Alauda ad Adelaide, nell’Australia meridionale, l’aereo viene sviluppato e prodotto da un team composto da nomi di spicco della tecnologia aerospaziale, automobilistica e motoristica, tra cui; Mclaren, Babcock Aviation, Boeing, Jaguar Land Rover, Rolls-Royce e Brabham. “La Gran Bretagna è un centro di eccellenza riconosciuto a livello mondiale negli sport motoristici e aerospaziale”, ha aggiunto Pearson. “Nel creare una serie di corse che accelererà una rivoluzione della mobilità dovremo attingere a queste abilità. Stiamo costruendo una base di ingegneria in Gran Bretagna, la sede esistente del nostro quartier generale commerciale. Ciò porterà alla creazione di posti di lavoro altamente qualificati e a una vicinanza strategicamente importante all’industria eVTOL in rapida crescita, un mercato che si prevede varrà 1,5 trilioni di dollari entro il 2050″. Gli ultimi test prestagionali a porte chiuse si svolgeranno in Australia prima dell’inizio di un calendario di corse internazionali e le prime gare Mk3 forniranno informazioni vitali sulla dinamica del veicolo, le prestazioni, la sicurezza e la tecnologia del propulsore che informeranno lo sviluppo finale del pilotato Veicolo Mk4 Airspeeder. Airspeeder afferma che le sue prime gare della serie EXA, che sta pianificando per la fine dell’anno, includeranno fino a quattro squadre con due piloti remoti per squadra. AIRSPEEDER MK3 | DETTAGLI TECNICI:

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’Airspeeder Mk3 rappresenta un enorme passo avanti tecnico nello sviluppo della prima serie di corse al mondo per auto volanti elettriche. Questo veicolo a pilotaggio remoto è l’ultima versione di un’auto da corsa volante elettrica prima dell’introduzione dell’imbarcazione da corsa con equipaggio, l’Airspeeder Mk4, che debutterà nel 2022. SISTEMI DI SICUREZZA:

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’imbarcazione, che sarà gestita da un esperto operatore remoto da terra, presenta una suite di tecnologie ed elementi ingegneristici mai visti prima su un’imbarcazione eVTOL. Queste innovazioni saranno convalidate in questa fase chiave di prova senza equipaggio e includono sistemi di prevenzione delle collisioni LiDAR e Radar che creano un “campo di forza virtuale” attorno al velivolo per garantire regate ravvicinate ma in definitiva sicure. L’Mk3 presenta un telaio e una fusoliera in fibra di carbonio scelti per le sue proprietà di resistenza, rigidità e leggerezza, che garantiscono manovrabilità, prestazioni ed efficienza. Il telaio e la fusoliera in fibra di carbonio aggiungono uno strato meccanico vitale di sicurezza, che sarà ulteriormente rafforzato da un corpo monoscocca interamente in fibra di carbonio da introdurre sul veicolo Mk4. MOTORE: Il propulsore MK3 rappresenta un aggiornamento significativo sul prototipo Mk2, con una potenza aumentata del 95% con un aumento del peso solo del 50%. Un propulsore elettrico da 96 kW vede già l’Mk3 operare con un rapporto spinta/peso superiore a due, su un’imbarcazione che pesa solo 100 kg senza equipaggio. Gli speeder Mk3 voleranno a velocità superiori a 120 km\h. MANOVRABILITA’ E STABILITA’: Gli speeder Mk3 sono disposti in una “formazione ottocottero X”. Ciò fornisce vantaggi significativi ai piloti in termini di manovrabilità e stabilità. Durante la corsa, il pilota sarà in grado di effettuare lo stesso stile di tornanti a gomito di una vettura di Formula 1, ma con l’aggiunta della terza dimensione di potersi muovere verticalmente. La configurazione dell’ottocottero aggiunge anche un’importante misura della ridondanza del veicolo e garantirà che l’imbarcazione possa atterrare in sicurezza e mantenere il controllo in caso di guasto di un rotore o di un sistema di batterie. PIT STOP RAPIDI:


- Prosegue dopo la pubblicità -

I GP Airspeeder includeranno pit stop rapidi. Per facilitare questo, gli ingegneri di Alauda hanno sviluppato un innovativo sistema ‘slide and lock’ per la rapida rimozione e sostituzione delle batterie a terra, questa tecnologia debutta sulla Mk3. Un livello strategico viene aggiunto allo sport con questo approccio poiché le squadre saranno in grado di adattare la strategia della batteria in base ai requisiti dinamici di quella particolare sezione della gara. Ad esempio, per i percorsi che richiedono maggiore manovrabilità ma meno velocità in linea retta, è possibile selezionare facilmente un pacco batteria più leggero per offrire maggiore manovrabilità a scapito della potenza o della resistenza. Per ulteriori informazioni su Airspeeder, visita il loro sito Web ufficiale, airspeeder.com.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.