Il primo museo sottomarino della Grecia apre il mondo antico ai turisti subacquei con vasi di vino sommersi da 2.500 anni – video

Emergendo dalle acque turchesi cristalline del Mar Egeo, Hans-Juergen Fercher è appena tornato dalla sua quarta immersione dove cumuli di vasi di vino di 2.500 anni segnano il sito di un antico naufragio e il primo museo sottomarino della Grecia:

guardian.ng

Questa è una combinazione di immersioni e immersioni archeologiche. È un tuffo nella storia”, afferma lo psichiatra 48enne dopo essersi issato sul ponte della barca per immersioni Triton. “Lo rende speciale e unico.” Il museo sotto le onde di Peristera, uno sperone roccioso al largo dell’isola di Alonissos, è stato aperto nel 2020, sebbene il sito sia stato in gran parte messo fuori servizio fino ad ora a causa delle restrizioni di Covid-19. Mentre la Grecia apre la sua vitale industria turistica, il sito offre un esempio di una nuova e più sostenibile fonte di reddito. Subacquei come Fercher e l’enoteca danese Lisette Fredelund, sono disposti a pagare 95 euro (110 dollari) un’immersione, circa il 50 percento in più rispetto al costo di una normale escursione subacquea ricreativa, per una visita guidata di un sito un tempo riserva di archeologi professionisti. “È stato semplicemente fantastico”, ha detto Fredelund. “Stavo solo, mentre eravamo laggiù, cercando di immaginare com’era essere su una nave che trasportava vino.” E c’è dell’altro:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Altri relitti sono stati scoperti nell’area, al centro della più grande riserva marina del paese, con la prospettiva che apriranno altri musei di questo tipo. La Grecia ha fatto delle immersioni una parte della sua attenzione per attirare visitatori da quando la legislazione è stata approvata nel 2020 che consente di accedere a tali siti, ha detto il ministro del turismo Harry Theoharis ad AFP. “Questo è un tipo di turismo che attrae persone tutto l’anno, un pubblico speciale che paga generosamente per immergersi”, ha detto, aggiungendo che 10 nuovi parchi subacquei sono pronti per essere autorizzati secondo la procedura prevista dalla normativa. A bordo del Triton, un gruppo di altri sei visitatori indossa l’attrezzatura subacquea e si tuffa in mare, seguendo da vicino la guida. Secondo il sindaco di Alonissos Petros Vafinis, circa 300 persone hanno pagato per visitare il relitto dall’apertura del museo. Vafinis, lui stesso un appassionato subacqueo, si unì a un gruppo di turisti mentre uno ad uno si lanciavano in mare dal ponte posteriore del Triton. Tutti i visitatori devono prima sottoporsi a un briefing sul sito e sulle regole rigide, come mantenere almeno due metri (circa sei piedi) di distanza dai manufatti. Dopo una breve nuotata dalla barca, la guida turistica conduce il gruppo verso il basso attraverso strati di luce mutevoli e freddo crescente fino al fondale marino a quasi 30 metri più in basso. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Le mie aspettative erano davvero alte dal briefing e ha soddisfatto tutto”, ha detto George Giasemidis, un turista greco che ha visitato l’area appositamente per vedere il relitto. A causa della profondità e della difficoltà tecnica della discesa, solo subacquei qualificati possono visitare il relitto di una nave che trasportava vino e altre merci quando è affondata, intorno al V secolo a.C. Nella sabbia sono ancorate più di 4.000 anfore a due anse, le cui posizioni segnano la sagoma del vaso di legno, i cui resti sono stati portati via dal tempo. “Vogliamo proporre un altro tipo di turismo alle persone che vengono. Non voglio un turismo intensivo che possiamo trovare altrove”, ha detto Vafinis. Con altri quattro relitti scoperti nelle vicinanze, l’obiettivo è che diventino a loro volta accessibili, aggiungendo Alonissos alla lista delle cose da fare per i subacquei di tutto il mondo. “Va a mettere Alonissos sulla mappa mondiale delle immersioni, ad avere come un safari sottomarino di antichi relitti“, ha detto Kostas Efstathiou, co-proprietario del centro immersioni Triton. (Fonte: phys.org).  Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.