Anomalie termiche nella grande piramide: possibili passaggi segreti sconosciuti secondo gli archeologi

Wikipedia.org

Come parte di un progetto più ampio che utilizza i droni per analizzare le antiche piramidi egiziane, gli scienziati che lavorano a novembre hanno scoperto sorprendenti “anomalie termiche” lungo il lato orientale della Grande Piramide di Giza:

https://live.staticflickr.com

Durante la scansione del livello inferiore della piramide, i ricercatori hanno notato una variazione di temperatura che suggeriva che invece di una fila solida di blocchi di calcare, stavano osservando uno spazio d’aria (l’aria non trattiene il calore come la roccia solida). Il team non è ancora sicuro di quale sia il divario, ma ha teorizzato che quello percepito mediante gli strumenti moderni potrebbe undicare il chiaro segno di un passaggio, una tomba o semplicemente uno squarcio nella roccia:

- Prosegue dopo la pubblicità -
https://www.westend61.de

La scoperta faceva parte dell’Operazione Scan Pyramid, un recente progetto che ha già utilizzato “raggi cosmici” e droni per analizzare le piramidi da parte di un gruppo di scienziati provenienti da Egitto, Francia, Canada e Giappone, sotto l’autorità del Ministero delle Antichità egiziano. Con il piano in corso per scoprire nuove tombe e camere funerarie nascoste, il progetto ha utilizzato la tecnologia di imaging termico sulla piramide, che ha trovato misteriosi punti di calore sui monumenti. Al livello inferiore di Cheope, o Grande Piramide, hanno trovato un’area di blocchi vicini che presentava uno sbalzo di temperatura molto maggiore di quanto ci si aspetterebbe normalmente per pietre adiacenti realizzate con diverse qualità di calcare:

- Prosegue dopo la pubblicità -
https://i.kinja-img.com

Poiché i vuoti d’aria non trattengono il calore così come la roccia o la sabbia, una differenza di temperatura potrebbe rivelare informazioni sulla struttura della piramide nascosta sotto la superficie. Tuttavia, il team non è ancora sicuro di cosa sia esattamente. Esso potrebbe essere una tomba, una cavità, un passaggio o anche solo una fessura nella roccia. In un comunicato, il ministero delle Antichità egiziano ha affermato che gli scienziati hanno concluso confermando “l’esistenza di diverse anomalie termiche che sono state osservate su tutti i monumenti durante le fasi di riscaldamento o raffreddamento”, riferendosi a rilevamenti effettuati durante l’alba, quando le strutture si riscaldano dal Sole, e dal tramonto, quando perdono calore:

https://cdn.britannica.com

“Per spiegare tali anomalie, si potrebbero formulare molte ipotesi e possibilità; presenza di vuoti dietro la superficie, correnti d’aria interne”, ha aggiunto . Queste tre piramidi di Giza furono costruite intorno al 2613 e 2494 a.C. La piramide di Cheope – dove è stata trovata la più grande anomalia termica – è il più grande e antico dei monumenti, che fu costruito per il faraone Khufu (il cui nome in greco traduce Cheope). Khufu ci offrirà oggi uno dei suoi segreti”, ha detto ai giornalisti alla piramide Mamduh al-Damati, il ministro delle Antichità egiziano. L’operazione Scan Pyramids è iniziata il 25 ottobre e dovrebbe andare avanti fino alla fine del 2016. Il prossimo passo è un rilevamento a infrarossi lungo il termine di tutte le piramidi.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.