Variante Delta: perchè può contagiare anche i vaccinati e diffondersi più velocemente secondo i primi studi scientifici

Un team di scienziati cinesi afferma di aver scoperto l’arma segreta della cosiddetta variante delta del Sars-CoV-2:

Proprio quando le cose hanno iniziato a sembrare che la pandemia di COVID-19 fosse nel suo atto finale, almeno nei paesi con accesso ai vaccini, la variante delta ha alzato la sua brutta testa e ha iniziato una nuova ondata. Gli esperti sanno da tempo che la variante delta è più contagiosa del ceppo originale di SARS-CoV-2 che per primo ha spazzato il globo. Ma come dal vivo Scienza rapporti, stanno ora iniziando a scoprire il perché. Scienziati provenienti da una varietà di università cinesi, agenzie governative e istituti di ricerca, così come l’Università di Oxford, ha recentemente condiviso ricerca preliminare nel virologica preprint archivio che dice che le moltiplica variante più rapidamente e più potentemente nei pazienti rispetto ai padroni di casa per altri tensioni:

- Prosegue dopo la pubblicità -

In particolare, i pazienti con variante delta sembrano produrre fino a 1.000 volte più particelle virali, il che significa che è più probabile che espongano anche le persone intorno a loro al virus. Inoltre, il periodo di incubazione sembra essere più breve, il che significa che le persone possono risultare positive al COVID-19 e diffondere la malattia prima dopo essere state infettate, rendendo molto più difficile per i funzionari sanitari tenere sotto controllo i focolai. La variante delta sta causando scompiglio anche sui vaccinati: «Ora abbiamo a che fare con un virus diverso»: ha detto Anthony Fauci, capo consulente medico della Casa Bianca, riferendosi alla variante Delta del coronavirus e alla decisione dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) sulla raccomandazione di indossare mascherine da parte dei vaccinati. «Questo non è il virus originario. Ha capacità molto più efficienti nella trasmissione da persona a persona», ha aggiunto Fauci sottolineando l’aumentata contagiosità della variante e aggiungendo che:

- Prosegue dopo la pubblicità -

«La Delta può contagiare anche le persone che sono state vaccinate e queste possono a loro volta trasmettere il virus ad altri». Come per gran parte della ricerca sul COVID-19 che è stata condotta e condivisa a un ritmo vertiginoso nell’ultimo anno e mezzo, questo studio presenta alcuni importanti avvertimenti. Gli scienziati hanno esaminato solo un piccolo campione di pazienti, quindi è possibile che abbiano perso una tendenza nei dati o abbiano esagerato qualcosa che potrebbe rivelarsi una coincidenza. È impossibile saperlo finché studi di follow-up più ampi e robusti non verificheranno il lavoro degli scienziati. Inoltre, il fatto che lo studio sia stato condiviso in un database prestampato piuttosto che in una rivista accademica significa che la ricerca deve ancora essere sottoposta a revisione paritaria. Ciò non significa che sia sbagliato, semplicemente che non è stato ancora esaminato da colleghi ricercatori nel campo in veste ufficiale. Tuttavia, detto tutto ciò, lo studio indica la possibilità di una tendenza allarmante tra i pazienti con variante delta. Poiché quantità significative di particelle virali si accumulano più rapidamente, il ricercatore della Boston University John Connor ha detto a WordsSideKick.com, la finestra di diversi giorni per il tracciamento dei contatti è notevolmente ridotta, rendendo molto più facile la diffusione fuori controllo dei focolai.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.