12 migliori vitamine e integratori per il potenziamento immunitario

Pandemia o non pandemia, è sempre importante prendersi cura della propria salute. Oltre a proteggerti dal COVID-19, questo serve anche a scongiurare altre malattie, come influenza e raffreddori. Un modo per farlo è prendere i migliori stimolatori del sistema immunitario disponibili. Tieni presente che gli integratori non curano o prevengono il COVID-19, ma un sistema immunitario più forte è importante in quanto può aiutare a controllare i sintomi e a sopravvivere al virus.

1. Vitamina D: 
La vitamina D è tra le quattro vitamine liposolubili e le migliori vitamine che stimolano il sistema immunitario di cui il corpo ha bisogno. Bassi livelli di questa vitamina possono aumentare il rischio di infezioni e malattie. Con proprietà antinfiammatorie e immunoregolatrici, aiuta ad attivare le difese immunitarie. Inoltre, aiuta a combattere le infezioni respiratorie. Uno studio recente mostra che un livello ematico di almeno 30 ng/mL di 25-idrossivitamina D apparentemente riduce il rischio di esiti gravi nei pazienti con sintomi di COVID-19. La vitamina D può essere ottenuta attraverso l’esposizione alla luce solare o da alimenti come pesce azzurro e carne rossa. Un altro modo è assumere integratori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

2. Vitamina C
La vitamina C o l’acido ascorbico aiutano la crescita, lo sviluppo e la riparazione dei tessuti del corpo. È importante per prevenire le infezioni. Ha proprietà antivirali, antinfiammatorie, antiossidanti e immunomodulanti. Quando una persona è sottoposta a stress fisiologico, si osserva una diminuzione dei livelli di vitamina C nel sangue. È stato scoperto che il rischio di polmonite è significativamente ridotto con l’integrazione di vitamina C.

- Prosegue dopo la pubblicità -

3. Complesso di vitamina B
Le vitamine del gruppo B assicurano il corretto funzionamento delle cellule, aiutano le reazioni metaboliche, aiutano nella creazione di nuovi globuli rossi e bianchi e mantengono le cellule sane (pelle, cervello e tessuti del corpo). Il complesso vitaminico B ha un potenziale immenso nella protezione contro il COVID-19 . Media nella corretta attivazione delle risposte immunitarie innate e adattative, aumenta le funzioni respiratorie, abbassa i livelli di citochine pro-infiammatorie e previene un’eccessiva coagulazione del sangue.

4. Andrografia
Andrographis è un’erba che contiene andrografolide che è stata presa in considerazione per l’uso nello sviluppo di farmaci contro il COVID-19 . Ha proprietà antivirali contro i virus che causano malattie respiratorie come l’influenza A. Sulla base di uno studio, l’estratto di Andrographis e l’andrographolide hanno inibito in modo dose-dipendente la replicazione del SARS-CoV-2, l’agente virale che causa il COVID-19.

- Prosegue dopo la pubblicità -

5. Sambuco
Ricco di antiossidanti e vitamine che possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario, il sambuco viene assunto come integratore alimentare per raffreddore e influenza. Alcuni studi hanno dimostrato che il sambuco può alleviare i sintomi dell’influenza e altre infezioni respiratorie. Le bacche di sambuco sono meglio assunte come integratori piuttosto che mangiare il frutto vero e proprio. Se non preparato adeguatamente o assunto in dosi elevate, può causare effetti collaterali come vomito e nausea. In caso di gravidanza, allattamento, allergie o assunzione di farmaci, è meglio consultare il medico prima di assumere il sambuco.

- Prosegue dopo la pubblicità -

6. Zinco
Lo zinco è un minerale che aiuta a rafforzare la funzione del sistema immunitario. È essenziale per mantenere la salute del sistema cardiovascolare, riproduttivo e nervoso. Lo zinco si trova nella carne, nei crostacei e nelle noci. I vegetariani possono essere a rischio di carenza di zinco poiché gli alimenti base come cereali, legumi, semi e tuberi (patate, barbabietole, carote) contengono fitati che riducono l’assorbimento dello zinco. Il minerale ha effetti antivirali e può ridurre la durata del comune raffreddore. Studi recenti suggeriscono che lo zinco ha proprietà potenzialmente protettive contro COVID-19 in quanto riduce l’infiammazione e promuove l’immunità antivirale.

7. Funghi
Sin dai tempi antichi, i funghi sono stati usati per curare e prevenire infezioni e malattie. I funghi medicinali sono stati esaminati per il loro potenziale nel migliorare il sistema immunitario. I funghi hanno molti tipi: criniera di leone, shiitake, coda di tacchino e maitake sono tra quelli che hanno mostrato un potenziale di potenziamento immunitario. Alcuni tipi di funghi hanno anche dimostrato proprietà antibatteriche.

- Prosegue dopo la pubblicità -

8. Radice di liquirizia
I risultati di laboratorio mostrano che la glicirrizina nella liquirizia ha mostrato effetti neutralizzanti su SARS-CoV-2 anche a basse concentrazioni. Il principio attivo nella radice di liquirizia ha mostrato effetti antivirali contro numerosi virus come l’HIV, il virus dell’herpes simplex e i coronavirus.

9. Echinacea
Gli integratori di echinacea possono aiutare ad alleviare i sintomi delle infezioni respiratorie acute, così come il comune raffreddore, dato che viene assunto nelle fasi iniziali. Gli studi suggeriscono che può ridurre la gravità delle infezioni respiratorie acute . I risultati hanno mostrato che attenua la progressione della tempesta di citochine e della sindrome da di stress respiratorio acuto (ARDS), che determina la morte dei pazienti COVID-19. Ci sono poche segnalazioni di reazioni avverse dal suo uso. Pertanto, è considerato generalmente sicuro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

10. Bacca di acai
La bacca di Acai è un noto antiossidante. Supporta la salute generale e la funzione immunitaria. La CNN ha riferito che uno studio condotto dai componenti dell’Università di Toronto ha collegato l’estratto di bacche di acai brasiliano alla mitigazione di gravi reazioni infiammatorie nei pazienti COVID-19. Mira specificamente all’infiammazione mediata da NLRP3 che attiva la risposta contro l’infezione e lo stress.

11. Propoli
La propoli è prodotta dalle api. Ha proprietà immunostimolanti e potenziali effetti antivirali. Le simulazioni molecolari hanno dimostrato che la propoli può svolgere un ruolo nell’inibire la fusione dei picchi virali nelle cellule ospiti che innescano tempeste di citochine. La ricerca ha dimostrato che i pazienti affetti da COVID-19 ricoverati in ospedale hanno beneficiato del suo utilizzo in termini di recupero più rapido e dimissione anticipata. Ulteriori studi devono essere condotti per stabilire la sua importanza nella lotta al COVID-19.

- Prosegue dopo la pubblicità -

12. Selenio
Il selenio è un elemento che assume forme organiche e inorganiche. Alcune forme chimiche di questo elemento possono essere dannose per l’uomo. Le proprietà medicinali di forme sicure di selenio contribuiscono al miglioramento della salute immunitaria. Gli studi sugli animali suggeriscono che gli integratori di selenio possono migliorare la difesa antivirale contro alcuni ceppi di influenza, come l’H1N1.

Fonte: medicaldaily.com

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.