Quando le placche tettoniche si separano, cosa guida la formazione di fratture?

Ai confini tra le placche tettoniche, possono formarsi spaccature strette mentre la crosta terrestre si stacca lentamente:

Ma come avviene, esattamente, questo rifting? La pressione del magma che sale dal sottosuolo costringe la terra a separarsi? O una spaccatura è solo uno strappo, creato principalmente dal movimento di trazione delle placche tettoniche che si allontanano l’una dall’altra? Uno studio sulla rivista Geology esplora queste domande e getta nuova luce su come funziona questo processo. Ricerche passate hanno indicato il magma come un fattore chiave negli eventi di rifting. Ma come sottolineano i nuovi risultati, “Dobbiamo essere un po’ più sfumati e riconoscere che i processi di rift non devono funzionare in modo identico in tutto il mondo”, afferma lo scienziato capo Stephan Kolzenburg, Ph.D., assistente professore di geologia nel Università al Buffalo College of Arts and Sciences. Lo studio racconta la storia di una nuova spaccatura in Islanda:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il nuovo studio è stato pubblicato nel novembre 2021. Descrive come una struttura simile a una trincea chiamata Rift-Graben sia stata aperta nel 2014 in Islanda vicino a quello che oggi è conosciuto come il campo lavico di Holuhraun, in una regione a cavallo del confine tettonico tra il Nord America e piastre eurasiatiche. Un graben si forma quando un pezzo di terra si abbassa mentre la terra su entrambi i lati si allontana, creando una voragine chiamata spaccatura. Il team ha concluso che in questo caso particolare, il driver era la lenta deriva delle placche tettoniche e non la pressione di una camera magmatica lungo la spaccatura. Il graben si è formato nel giro di pochi giorni e poi “è rimasto così, e non si è preoccupato di nient’altro che è successo nel sistema idraulico magmatico”, dice Kolzenburg. “Il graben era straordinariamente stabile anche se al di sotto si verificavano molti processi dinamici, come i cambiamenti di pressione nel sistema di alimentazione magmatico dell’eruzione”. Il magma è fuoriuscito attraverso la spaccatura una volta aperta, ma quel magma non sembrava essere la forza principale dietro la creazione iniziale della spaccatura, dice Kolzenburg.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo studio ha beneficiato del lavoro di un gruppo internazionale di scienziati che ha monitorato da vicino Holuhraun e la regione circostante, documentando l’attività sismica e il volume di magma emergente durante un periodo di agitazione dal 2014 al 2015. Il team di Kolzenburg ha confrontato queste informazioni con modelli di elevazione digitale che hanno descritto in dettaglio come la topografia dell’area è cambiata nel tempo, catturando l’aspetto improvviso del graben e tracciando il paesaggio per quasi cinque anni dopo la formazione del graben. Non tutte le fratture si creano allo stesso modo:

I risultati si applicano specificamente al graben studiato dal team. In altre zone di rift, potrebbero essere in gioco dinamiche diverse, inclusa la regione di Afar in Etiopia, dove si ritiene che il magma svolga un ruolo più importante nel guidare la formazione di rift, afferma Kolzenburg. Come lui e i coautori scrivono nel loro articolo del 2021 in Geology , “Di concerto, i dati suggeriscono che mentre alcune fratture possono essere controllate magmaticamente, non tutte le zone di frattura richiedono la presenza di una camera magmatica pressurizzata in profondità per controllarne la dinamica. ” Lo studio è nato dalla collaborazione tra Kolzenburg, Julia Kubanek presso l’Agenzia spaziale europea, Mariel Dirscherl ed Ernst Hauber presso il Centro aerospaziale tedesco, Christopher W. Hamilton presso l’Università dell’Arizona, Stephen. P. Scheidt alla Howard University e Ulrich Münzer alla Ludwig-Maximilians-Universität.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: https://phys.org/news/2022-02-tectonic-plates-formation-rifts.html

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.