Italia: dal rifugio della Guerra Mondiale nascosto tra i ghiacci del monte emergono gli oggetti dei soldati, ecco cosa hanno trovato – VIDEO

Correva l’anno 2009 e alcuni ricercatori tornarono sul rifugio di Punta Linke (Trento), oggi definito “il museo più in alto d’Europa”:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Con i suoi 3631 metri di altitudine, il rifugio fu uno dei centri nevralgici più alti e più importanti del fronte nel gruppo Ortles Cevedale durante la Prima Guerra Mondiale. All’epoca dell’iniziativa, furono individuati e recuperati copriscarponi, elmetti, badili, recipienti per il cibo, stufe e camini da campo, filo spinato, poi custoditi in museo grazie ad un progetto che vede coinvolti il Museo della Guerra di Pejo, la Soprintendenza per il Beni Librari, Archivistici e Archeologici, la Soprintendenza per i Beni Storico-Artistici, il Servizio Bacini Montani della Provincia autonoma di Trento e il Comitato Storico della Sat:

Il museo

“Si tratta – dichiarò l’assessore all’epoca dei fatti – di un progetto importante per il recupero e la conservazione di importanti testimonianze della Prima Guerra Mondiale, che vede la collaborazione delle strutture provinciali, del Museo di Pejo, della Sat, della Provincia di Sondrio e di molti volontari che hanno prestato la loro opera per salvaguardare una preziosa eredità su un evento tragico vissuto dalla popolazione sulla porta di casa. L’auspicio è che la memoria di quei fatti contribuisca a creare una cultura della pace e della convivenza tra popoli che novanta anni fa si combatterono e oggi sono accomunati da un destino comune all’interno della grande casa europea”. Link al video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Info su: https://www.museopejo.it/

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.