Il sistema della NASA ha previsto l’impatto del piccolo asteroide caduto nel Mare di Norvegia

L’asteroide 2022 EB5 era troppo piccolo per rappresentare un pericolo per la Terra, ma la sua scoperta segna la quinta volta che un asteroide viene osservato poco prima di entrare nell’atmosfera. Un piccolo asteroide ha colpito l’atmosfera terrestre sopra il Mare di Norvegia prima di disintegrarsi l’11 marzo 2022. Ma questo evento non è stata una sorpresa completa:

gli astronomi sapevano che era in rotta di collisione, prevedendo esattamente dove e quando sarebbe avvenuto l’impatto. Due ore prima dell’impatto dell’asteroide. A confermarlo è anche K. Sarneczky dell’Osservatorio Piszkéstető nel nord dell’Ungheria per la prima volta le osservazioni del piccolo oggetto al Minor Planet Center, il centro di smistamento riconosciuto a livello internazionale per le misurazioni della posizione di piccoli corpi celesti. L’oggetto è stato pubblicato sulla pagina di conferma dell’oggetto vicino alla Terra del Minor Planet Center per contrassegnarlo per ulteriori osservazioni che lo confermerebbero come un asteroide precedentemente sconosciuto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il sistema di valutazione del rischio di impatto “Scout” della NASA ha quindi effettuato queste prime misurazioni per calcolare la traiettoria dell’EB5 del 2022. Non appena Scout ha stabilito che l’EB5 del 2022 stava per colpire l’atmosfera terrestre, il sistema ha allertato il Center for Near Earth Object Studies ( CNEOS ) e l’ Ufficio di coordinamento della difesa planetaria della NASA e ha contrassegnato l’oggetto sulla pagina web di Scout per notificare l’oggetto vicino alla Terra comunità osservante. Gestito da CNEOSpresso il Jet Propulsion Laboratory della NASA nel sud della California, Scout cerca automaticamente nel database del Minor Planet Center possibili nuovi impatti a breve termine. Il CNEOS calcola ogni orbita di asteroide vicino alla Terra conosciuta per migliorare le valutazioni del rischio di impatto a supporto dell’Ufficio di coordinamento della difesa planetaria.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Scout aveva solo 14 osservazioni in 40 minuti da un osservatorio con cui lavorare quando ha identificato per la prima volta l’oggetto come un dispositivo di simulazione. Siamo stati in grado di determinare i possibili luoghi dell’impatto, che inizialmente si estendevano dalla Groenlandia occidentale fino al largo delle coste della Norvegia”, ha affermato Davide Farnocchia, ingegnere di navigazione del JPL che ha sviluppato Scout.“Man mano che più osservatori seguivano l’asteroide, i nostri calcoli della sua traiettoria e posizione dell’impatto sono diventati più precisi”. Scout ha stabilito che l’EB5 del 2022 sarebbe entrato nell’atmosfera a sud-ovest di Jan Mayen, un’isola norvegese a quasi 300 miglia (470 chilometri) al largo della costa orientale della Groenlandia e a nord-est dell’Islanda. Alle 17:23 EST (14:23 PST), 2022 EB5 ha colpito l’atmosfera come previsto da Scout e i rilevatori di infrasuoni hanno confermato che l’impatto si è verificato all’ora prevista. Un video mostra il percorso dell’asteroide sino all’impatto con la Terra:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dalle osservazioni dell’asteroide mentre si avvicinava alla Terra e dall’energia misurata dai rivelatori di infrasuoni al momento dell’impatto, si stima che 2022 EB5 avesse una dimensione di circa 6 piedi e 1/2 (2 metri). Piccoli asteroidi di queste dimensioni diventano abbastanza luminosi da essere rilevati solo nelle ultime ore prima del loro impatto (o prima che si avvicinino molto alla Terra). Sono molto più piccoli degli oggetti che l’Ufficio di coordinamento della difesa planetaria ha il compito di rilevare e avvertire dalla NASA. “I minuscoli asteroidi come 2022 EB5 sono numerosi e hanno un impatto nell’atmosfera abbastanza frequentemente, all’incirca ogni 10 mesi circa”, ha affermato Paul Chodas, direttore di CNEOS presso JPL. “Ma pochissimi di questi asteroidi sono stati effettivamente rilevati nello spazio e osservati ampiamente prima dell’impatto, fondamentalmente perché sono molto deboli fino alle ultime ore e un telescopio di rilevamento deve osservare il punto giusto del cielo al momento giusto per uno da rilevare”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un asteroide più grande con un potenziale impatto pericoloso verrebbe scoperto molto più lontano dalla Terra. L’obiettivo della NASA è tenere traccia di tali asteroidi e calcolare le loro traiettorie in modo da avere molti anni di anticipo rispetto a un potenziale impatto se mai ne venisse identificato uno. Ma questo evento del mondo reale con un asteroide molto piccolo ha permesso alla comunità di difesa planetaria di esercitare le capacità e ha dato una certa sicurezza sul fatto che i modelli di previsione dell’impatto al CNEOS sono altamente in grado di informare la risposta al potenziale impatto di un oggetto più grande.

2022 EB5 è solo il quinto piccolo asteroide ad essere rilevato nello spazio prima di colpire l’atmosfera terrestre. Il primo asteroide ad essere scoperto e tracciato ben prima di colpire la Terra è stato il 2008 TC3 , che è entrato nell’atmosfera sopra il Sudan e si è rotto nell’ottobre 2008. Quell’asteroide largo 13 piedi (4 metri) ha sparso centinaia di piccoli meteoriti sul deserto nubiano. Man mano che i sondaggi diventano più sofisticati e sensibili, un numero maggiore di questi oggetti innocui verrà rilevato prima di entrare nell’atmosfera. Maggiori informazioni su CNEOS, asteroidi e oggetti vicini alla Terra possono essere trovate su:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://cneos.jpl.nasa.gov

e

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.jpl.nasa.gov/asteroid-watch

Per ulteriori informazioni sull’Ufficio di coordinamento della difesa planetaria della NASA, visitare:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.nasa.gov/planetarydefense

Per notizie e aggiornamenti su asteroidi e comete, segui @AsteroidWatch su Twitter.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.