Un’enorme città sotterranea con chiese e sinagoghe è stata scoperta in Turchia – FOTO e VIDEO diffusi sul web

aa.com.tr

Un gran numero di reperti appartenenti al II e III secolo d.C. sono stati portati alla luce nella città sotterranea del distretto di Midyat di Mardin, dove sono presenti luoghi di culto, silos, pozzi d’acqua e passaggi con corridoi:

tmgrup.com.tr

Come riporta la stampa turca online, il sito archeologico di Midyat, che è quasi un museo a cielo aperto con la sua storia e cultura, offre ai suoi visitatori un’atmosfera magica con le sue case in pietra millenarie, locande, moschee, chiese e monasteri. Nel quartiere sono stati avviati i lavori di scavo per mettere in luce la città sotterranea, dopo che è stato accertato che la grotta, che rientrava nell’ambito dei lavori iniziati 2 anni fa nelle vie e nelle case storiche, non era l’unica ad essere pulito e che c’era un passaggio in luoghi diversi con i corridoi. Con la collaborazione del Ministero della Cultura e del Turismo, Direzione Generale dei Beni Culturali e Musei, Museo Mardin e Comune di Midyat, nella città sotterranea denominata “Matiate” sono stati rinvenuti numerosi reperti appartenenti al II e III secolo d.C. di culto, silos, pozzi d’acqua e passaggi con corridoi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La città sotterranea sarà parzialmente aperta al turismo.
Il sindaco di Midyat Veysi Şahin ha detto all’Agenzia Anadolu (AA) che i lavori di scavo iniziati per rivelare la città sotterranea di Midyat, la città delle lingue e delle religioni, continueranno. Notando che i lavori stanno proseguendo febbrilmente, Şahin ha affermato che la città sotterranea, dove si trovano strutture antiche e medievali, incoronerà Midyat, la stella splendente della regione. Notando che si aspettano che il numero di turisti aumenterà da 2 a 4 milioni all’anno dopo aver scoperto la città sotterranea, Şahin ha notato che la città sotterranea non si trova in un’area locale e che l’intero distretto è dotato delle stesse strutture.

- Prosegue dopo la pubblicità -
trtworld.com

Şahin ha dichiarato che inizieranno gli scavi in ​​altre fasi dopo aver completato la prima e la seconda fase, aggiungendo che hanno in programma di aprire la città sotterranea al turismo in alcune parti quando lo scavo sarà completato, aggiungendo che questa sarà un’importante destinazione turistica per Midyat. “Abbiamo fornito l’accesso a luoghi diversi dal tunnel, sono state trovate 49 stanze”. Il direttore del Museo Mardin e capo degli scavi, Gani Tarkan, ha anche ricordato che una grotta è stata identificata nell’ambito dei lavori eseguiti dal comune di Midyat nelle strade e nelle case storiche nella regione storica di Estel del distretto. Notando che hanno iniziato i lavori di pulizia nella grotta su richiesta del comune per capirne la qualità e la continuazione, Tarkan ha detto: “Abbiamo iniziato con un unico appezzamento sotto la casa. Abbiamo visto che la grotta non è una singola grotta. A questo punto , abbiamo iniziato i lavori di scavo” – ha dichiarato. Sottolineando che il lavoro che hanno iniziato in una grotta di 3 stanze, che fino a poco tempo fa era usata come fienile o cantina, ha portato a una gigantesca città sotterranea, Tarkan ha continuato il suo discorso come segue:

https://lefkehabertv.com

“Abbiamo iniziato i lavori in due punti. La prima area era una grotta con 3 stanze. Da lì c’era un tunnel che si apriva a nord. La lunghezza del tunnel è ora di 100 metri. Abbiamo fornito l’accesso a luoghi diversi attraverso quel tunnel . Sono state trovate 49 stanze. Chiesa, sinagoga, ecc. Alcuni di questi luoghi potrebbero essere luoghi di culto. “Ci sono silos e pozzi d’acqua all’interno. Vediamo alcune decorazioni sulle pareti. Da questi luoghi escono reperti storici. I primi i reperti fino ad ora sono datati al II e III secolo d.C. Questo ci mostra che stiamo scavando un luogo che appartiene al periodo tardo romano.”

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo scavo si estenderà a tutto il comprensorio.
Notando che gli scavi effettuati in due aree si estenderanno a tutta Midyat, Tarkan ha dichiarato che scavi simili saranno effettuati in seguito nei villaggi circostanti del distretto. “Ora ne abbiamo scavato e ripulito circa il 3 percento. Durante i sondaggi, abbiamo riscontrato che era diffuso in tutta la contea”. Usando le sue espressioni, Tarkan ha sottolineato che tutti questi luoghi sono collegati tra loro dai corridoi. “Sarà una città sotterranea che farà rumore nel mondo”. Si sostiene che esempi simili di città sotterranee si trovino in Anatolia, ma Midyat ha caratteristiche molto diverse, Tarkan ha continuato come segue:

- Prosegue dopo la pubblicità -
aa.com.tr

“La città sotterranea è stata utilizzata ininterrottamente per 1900 anni. Fu costruita inizialmente come nascondiglio o area di fuga. Come è noto, il cristianesimo non era una religione ufficiale nel II secolo. Famiglie e gruppi che accettarono il cristianesimo si rifugiarono nel sottosuolo città per sfuggire alla persecuzione di Roma o formarono una città sotterranea. “Forse, la città sotterranea di Midyat era uno degli spazi abitativi costruiti per questo scopo. Non è solo un rifugio, ma un’area in cui stimiamo che almeno 60- 70mila persone vivevano sottoterra”. Spiegando che non c’è vita sul terreno nelle città sotterranee di Nevşehir e Kayseri, Tarkan ha affermato che Midyat è diverso e che tutte le strutture della città sotterranea sono registrate. Tarkan ha detto:

“Dietro c’è una storia diversa, un periodo diverso, e la cima è una data diversa. Mentre le case in cima sono datate al 17°, 18° e 19° secolo, c’è una città completamente diversa sotto. Quella città è un 1900 città di un anno. Ci sarà una città sotterranea che darà vita alla città. Ci sono esempi simili delle aree che scaviamo in Francia e in Italia, ma di dimensioni molto più piccole. Non esiste una città distribuita su un’area così ampia. La città sotterranea di Midyat sarà l’unica in termini di area che copre”.

- Prosegue dopo la pubblicità -
https://idsb.tmgrup.com.tr

“Storia nella storia”
Mervan Yavuz, responsabile degli uffici di conservazione, attuazione e controllo del comune di Midyat (KUDEB), e storico dell’arte, ha osservato che il lavoro viene svolto con 9 lavoratori, 2 archeologi, 2 storici dell’arte e un restauratore. Affermando che ci sono informazioni da fonti storiche secondo cui questa città era soggetta a tributi durante il 2° periodo Ashurnasirpal nel IX secolo aC, Yavuz disse: “Questa è una città sotterranea. Possiamo girarla fino a 3mila o 4mila anni. Noi possiamo chiamarla storia nella storia, crediamo che riportare la città alla luce farà rumore in tutto il mondo”. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.