“Turismo” da boicottare: cucciolo di elefante cade per sfinimento in Thailandia. Il video

Un cucciolo di elefante è crollato “per sfinimento” mentre era legato a sua madre che trasportava turisti nella Tailandia orientale la scorsa settimana.
L’animale, che si ritiene avesse circa un anno, era attaccato alla madre per il collo con una corda lunga a Pattaya.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come riporta il daily mail, nel filmato  girato da un turista, si possono ascoltare spettatori che dicono “oh no, è stanco” mentre il cucciolo rotola sul terreno, le temperature si avvicinano a 40 ° C. Poi si alza e si allontana per tenere il passo della madre. Secondo il turista, che è voluto rimanere anonimo, l’elefantino sembrava stremato dall’andare in giro a raccogliere turisti paganti che cavalcavano sua madre. Ecco alcuni scatti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ha detto: “Ci sono molti altri piccoli elefanti legati alla loro madre, mentre queste trasportano turisti sulle loro spalle che si godono la passeggiata sotto il calore del sole, mentre questi elefanti soffrono. “Questo elefantino era così esausto e si può vedere la madre che cercava di confortarlo e incoraggiarlo a stare in piedi.” Il turista è un lavoratore migrante filippino nel paese vicino della Thailandia, Myanmar, dove è insegnante. Era con gli amici che trascorrevano le loro vacanze in quella zona, quando è avvenuto il fatto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il turista ha aggiunto: “Sono solo preoccupato per gli elefanti e voglio assicurarmi il loro benessere”. Un portavoce dei giardini tropicali di Nong Nooch oggi ha negato che l’elefante fosse stanco o maltrattato.
Hanno detto: “Tutti gli elefanti sono sani e trattati molto bene. Se c’è un problema sono trattati dai veterinari. Tutti i cuccioli qui sono sani. “

All’inizio di questo mese un elefantino soprannominato Dumbo è morto in uno spettacolo a Phuket, nel sud della Thailandia, diventando così scheletrico con le zampe posteriori spezzate durante l’esibizione.
L’animale di tre anni, che è stato costretto a esibirsi fino a tre volte al giorno, ha sofferto di un’infezione prima di crollare. I suoi custodi lo hanno portato in una clinica veterinaria il 17 aprile, dove una radiografia ha mostrato che aveva entrambe le sue zampe posteriori rotte, ed è morto tre giorni dopo. Un video diffuso dal Dailymail:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sarebbe forse opportuno evitare di incentivare questo turismo ed osservare gli animali soltanto nel loro habitat naturale. In questi casi, per quanto possa risultare utile l’impegno di chi dovrebbe seguire questi elefanti, gli stessi animali si ritrovano in un contesto per nulla favorevole alle loro esigenze e in ogni caso, per nulla naturale. Occorre evitare di pagare queste attrazioni e boicottare anche le passeggiate sugli elefanti – attrazione molto diffusa in Asia – che però troppo spesso nasconde gravi forme di maltrattamento.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -