Press "Enter" to skip to content

Camminare almeno due ore al giorno a contatto con la natura aiuta a diminuire lo stress e modifica il nostro organismo, lo studio:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Camminare è sicuramente il modo migliore e più semplice per poter mantenersi in forma e contrastare molte malattie e patologie legate alla sedentarietà, pochi però immaginano che camminare ci rende felici e questo è stato confermato da uno studio dell’Università di Stanford.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questa ricerca conferma che chi vive i città e in zone metropolitane, quindi lontane dal verde è più a rischio da problemi psicologici e possiede molti più ormoni dello stress. Un’altra ricerca inoltre, pubblicata sul sul National Academies of Sciencies,conferma che tutte le persone che “rimuginano” su se stessi e sul quello che le circonda sono appunto quelle che hanno più problemi a livello neurologico, con precisione nella corteccia prefrontale subgenuale che è molto meno attiva. Passare più tempo a passeggiare a contatto con la natura, invece cancella questo stato mentale e produce uno stato totale di benessere.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Stare a contatto con la natura, stacca mentalmente da quella che è una vita frenetica e ci fa ritrovare pace e serenità mentale, che poi si trasmette a tutto il corpo. E’ risaputo che esistono popolazioni indigene, che ai nostri occhi sono povere e non hanno nulla, ma che sono sempre felici ed ospitali. Molto probabilmente ciò che serve per essere felici è ritrovare un contatto con madre terra e queste popolazioni ne sono l’esempio.

Inoltre camminare a contatto con la natura, oltre a rendere più sereni e a diminuire lo stress, aiuta anche la creatività e trovare soluzioni per risolvere problemi, questo in città sarebbe molto più difficile.Nella ricerca dell’università di Stanford, son state analizzate sia persone che camminavano spesso in natura, sia alcune che invece avevano una vita sedentaria e i risultati sono stati schiaccianti:camminare aiuta ad aumentare la creatività di circa il 60%.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo stress, la routine, l’ansia, la depressione, sono tutte cose che non fanno bene al nostro cervello, anzi bloccano alcuni processi fondamentali che vanno ad influenzare poi memoria,creatività e cosi via. Camminare tre volte al giorno per almeno 40 minuti a contatto con la natura aiuta ad abbassare i livelli di stress e ansia e a migliorare tutti i processi cognitivi e neuronali: il cervello sarà libero dalla preoccupazioni, camminare ci aiuta ad assumere più ossigeno aiutando il cervello ad attivare alcune zone che aiutano la creatività, libera endorfine facendoci sentire più felici e ottimisti, elimina il cortisolo, l’ormone dello stress, e ci fa essere più sereni e rilassati.
Quindi passeggiare a contatto con la natura, soprattutto se viviamo i città è un’azione fondamentale dell’organismo.

Studi clinici hanno dimostrato che immergersi per 2 ore al giorno nei suoni della natura, riduce fino all’800% gli ormoni dello stress e attiva 500-600 segmenti di DNA, capaci di curare e riparare il corpo”. (Joe Dispenza – uno dei più grandi esperti mondiali sul cervello.)

fonte:conoscenzealconfine.it

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.