Press "Enter" to skip to content

Le sorelle albine nate a 12 anni di distanza lasciano a bocca aperta il mondo con la loro straordinaria bellezza

A seconda del paese in si vive, le probabilità che qualcuno nasca con albinismo variano in genere da 1 su 3.000 a 1 su 20.000 . Tuttavia, queste due ragazze del Kazakistan hanno sfidato le probabilità. Asel e Kamila Kalaganova sono nate nella stessa famiglia a 12 anni di distanza ed entrambe le belle ragazze sono albine!

- Prosegue dopo la pubblicità -

Kamila ha due anni e sua sorella maggiore Asel ne ha 14. Ma non sono gli unici figli della famiglia; il loro fratello Aldiyar ha otto anni e il ragazzo ha un aspetto kazako più convenzionale. “La gente è sorpresa che siamo albini”, ha detto Asel. “Molte persone non sanno cosa siano gli albini.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche sua madre, Aiman ​​Sarkitov, fu molto sorpresa quando vide la ragazza appena nata. E anche i dottori lo erano. Inizialmente, stavano persino spingendo una controversia, sospettando che la ragazza avesse un padre etnicamente russo. Quando Asel aveva dieci anni, iniziò una carriera come modella fotografica. Ora, dopo l’arrivo di Kamila e le loro splendide foto di famiglia, c’è ancora più attenzione attorno all’adolescente che attualmente ha 33K follower.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quando ho dato alla luce il mio maggiore, la genetica non è stata così sviluppata con noi”, ha detto la madre. “Si sta sviluppando solo ora.” “I dottori erano scioccati e pensavano che fosse russa. Poi ho iniziato a leggere su questo argomento, ho imparato che i miei figli sono albini ” “All’inizio, tutti erano scioccati, sorpresi. Non sapevo cosa fare da sola, come vivere. ” Alla fine, Aiman ​​venne a sapere che alcuni dei suoi antenati erano albini.

Secondo l’ Organizzazione nazionale per l’albinismo e l’ipopigmentazione , la maggior parte delle persone con albinismo ha carnagioni chiare , quindi è importante che evitino danni del sole alla pelle e agli occhi. Le ragazze lo sanno e stanno prendendo precauzioni. “Se esco nel pomeriggio, applico sicuramente la protezione solare, indosso abiti per proteggere la mia pelle, il copricapo o uso un ombrello”, ha spiegato Asel. “La sera, quando non c’è quasi sole, è molto più facile per me.”

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quando era più giovane, Asel frequentava una scuola speciale per bambini handicappati. Più tardi, tuttavia, si trasferì a uno normale.

“Studia perfettamente bene”, ha detto sua madre. “Gli albini non differiscono molto dagli altri bambini, solo i capelli, le ciglia, gli occhi e il colore della pelle”.

“All’inizio, era difficile, ovviamente, i bambini la fissavano. Ora si sente bene, non la limitiamo a nulla. ”

- Prosegue dopo la pubblicità -

Aiman ​​ha detto che la pelle di suo figlio assomiglia esattamente a quella di suo padre: “Ha la pelle scura, un vero kazako”.

Aldiyar non aveva domande su sua sorella maggiore, ma iniziò ad alzare le sopracciglia dopo la nascita della seconda. “Ha iniziato a dire: ‘Mamma, perché sono così? Perché non sono come loro, non come le mie sorelle? ‘”

Aiman ​​ha dato a suo figlio tutte le risposte e ora vede sicuramente la sua famiglia come una sola. “Si rende conto che le persone guardano le ragazze e inizia persino a vantarsi, raccontando con orgoglio alla gente le sue sorelle uniche”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

Visualizza questo post su Instagram

 

😍😘

Un post condiviso da Сестры альбиносы из Актау🌺 (@assel_kamila) in data:

Fonte: boredpanda.com

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.