Si “guarisce”dal diabete grazie a terapia rivoluzionaria: si elimina l’insulina

Un team di ricercatori del Centro medico dell’Università di Amsterdam, nei Paesi Bassi è riuscito a creare un processo endoscopico davvero particolare. Sono riusciti a “guarire” dal diabete di tipo 2 il 75% dei soggetti sottoposti a questo tipo di sperimentazione. Infatti 3 pazienti su 4 non utilizzano più medicinali a base insulinica. Questo processo è definito “Ringiovanimento della Mucosa Duodenale”, ancora in fase sperimentale, sembra dare ottimi risultati. Oltre a risolvere definitivamente il problema del diabete, evitando l’uso quotidiano dell’insulina, nei soggetti che hanno risposto positivamente alla sperimentazione c’è anche una riduzione dell’indice di massa corporeo (BMI) e anche delle concentrazioni di grasso nel fegato.

Il team guidato da tre scienziati del Centro medico dell’Università di Amsterdam (Paesi Bassi), le dottoresse Suzanne Meiring e Annieke van Baar e il professor Jacques Bergman, sono riusciti a mettere a punto una tecnica basata sul trattamento termico per indurre ablazione su una porzione del duodeno, uno dei segmenti dell’intestino tenue. Con questa tecnica sperimentale, sono riusciti a “ringiovanire” nel vero senso della parola la mucosa di questa zona, che solitamente viene alterata da uno stile di vita errato e diete ricche di zuccheri e grassi. Tutto ciò comporta uno squilibrio ormonale che poi porta a patologie come appunto il diabete di tipo 2. Con questa tecnica si ripristina l’equilibrio della mucosa, portando la malattia ad avere una remissione completa.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La sperimentazione avviene attraverso un intervento mininvasivo, con un catetere e può essere eseguito in ambulatorio. Il tutto viene affiancato ad una terapia farmacologica a base di medicinali ipoglicemizzanti e ovviamente a raccomandazioni sullo stile di vita. Nello studio iniziale sono stati seguiti e monitorati 16 pazienti. Ben 3 su 4 dopo l’intervento non hanno più bisogno di utilizzare l’insulina. Il resto dei pazienti che invece continuano ad utilizzare il medicinale, comunque ne hanno ridotto sostanzialmente le dosi: il 50% in meno. I soggetti sono stati tenuti sotto controlli anche per un periodo post operatorio abbastanza lungo: è stata controllata l’ emoglobina-glicata, che è risultata essere inferiore a 7,5 dopo sei mesi e pari a 6,7 a 12 mesi dall’intervento. Questo significa che la patologia era sotto controllo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come abbiamo già sottolineato ci sono stati benefici anche sulla massa corporea e sul grasso epatico, quindi questa tecnica rivoluzionaria potrebbe essere utile anche sulla sindrome metabolica. La dottoressa Meiring specifica: “Una singola ablazione endoscopica DMR con farmaci GLP-1 e consulenza sullo stile di vita può portare all’interruzione della terapia insulinica in un sottogruppo di pazienti con diabete di tipo 2, migliorando al contempo il controllo della glicemia e la salute metabolica generale. Molti pazienti con diabete di tipo 2 sono molto felici di poter interrompere la terapia insulinica, poiché la terapia insulinica comporta aumento di peso ed eventi ipoglicemici”. Ovviamente 16 pazienti è un numero molto ridotto per poter mettere sul mercato una tecnica simile, servono ulteriori ricerche approfondite, infatti dovrebbe partire un nuovo studio: “Revita T2Di Pivotal” su larga scala, che confermerà o meno gli entusiasmati risultati ottenuti dalla prima ricerca.

Fonte: scienze.fanpage.it

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.