Donne yarang: raccolgono semi per rimboschire le sorgenti mentre passeggiano tutte insieme, piantati un milione di alberi

Yarang è il nome di una formica tagliafoglie ma che è utilizzato anche per nominare uno specifico gruppo di donne molto unito. Stanno raccogliendo semi per rimboschire le sorgenti dei fiumi Xingu e Araguaia, nel Mato Grosso:

medium.com

Il Movimento delle donne di Yarang è nato 10 anni fa e ha già contribuito a piantare circa un milione di alberi. Ne fanno parte le donne degli Ikpeng, un popolo indigeno nomade. Donne e giovani lasciano il villaggio di Arayó camminando in fila indiana. Portano cesti, machete, beijus (pane di manioca), acqua, bambini piccoli. Il ritmo è misurato; non c’è bisogno di affrettarsi, anche quando il sole di fine maggio cuoce la polvere della pista di atterraggio di Pavuru, territorio indigeno dello Xingu. La conversazione tra loro ruota attorno a una cosa. Quel soggetto: semi. Cosa raccoglieremo? Dove? Un sentiero a sinistra e finisce il bosco, spaccature che si aprono su campi di manioca, recintati contro le incursioni dei cinghiali:

- Prosegue dopo la pubblicità -
medium.com

Questo è il sito dell’ex villaggio di Moygu, abbandonato nel 2011. Nella luce del mattino, enormi alberi di pequi ondeggiano nella brezza. A metà strada un bambino indica un piccolo buco sul letto del sentiero. In un lampo estrae una formica tagliafoglie, grande e forte, ma che appare drogata tra le sue dita. Nella lingua Ikpeng, uno Yarang. Lo Yarang è un simbolo e il nome del movimento femminile Ikpeng che, da dieci anni, raccoglie semi per rimboschire la regione delle sorgenti dei fiumi Xingu e Araguaia nel Mato Grosso e in altri luoghi dove i bianchi hanno ripulito il Cerrado e l’Amazzonia:

- Prosegue dopo la pubblicità -
medium.com

Facendo un passo deciso in avanti, la formica tagliafoglie ora rimessa a terra, gli Yarang cercano in questo particolare tratto di forestasemi di jatobá, leiteiro, carvoeiro, cafezinho do pasto, mamoninha, lobeira e semi di dozzine di altre specie. Fermandosi all’improvviso, tutti si siedono a terra. Con le mani o con i machete iniziano a ripulire lo strato di foglie secche per scoprire germogli murici da mata, così piccoli da essere quasi invisibili. Le dinamiche cambiano. Adesso sta raccogliendo tempo. Donne, giovani e bambini parlano, ridono, giocano, all’ombra dei murici. Raccolgono le bacche gialle agrodolci, succhiano la polpa con espressioni soddisfatte e mettono con cura i semi nei loro cestini:

medium.com

“Il movimento delle donne è un’attività di gruppo”, riflette Koré Ikpeng, una leader Yarang del villaggio di Arayó. “Ho invitato tutti gli Yarang a raccogliere semi; ci siamo lavati presto e siamo partiti. Siamo venuti per parlare, per scambiare idee. È un’attività collettiva, un’unione di donne. Incoraggiamo, insegniamo la conoscenza dei semi ai giovani”, continua. “E non sono solo le ragazze a lavorare. Anche i ragazzi. I miei nipoti sono laggiù. Noi guidiamo, invitiamo, loro imparano”. Veloci come formiche tagliafoglie, il gruppo finisce il lavoro, i cesti pieni in meno di un’ora. Adesso è ora di tornare a casa. Un’altra raccolta si conclude, tra le tante che negli ultimi dieci anni hanno raccolto 3,2 tonnellate di semi forestali e generato un reddito diretto di R $ 105.000 per le 65 donne che partecipano al Movimento delle donne di Yarang, parte della Rete dei semi di Xingu Associazione (ARSX) . Il duro lavoro di donne forti ha già portato alla piantagione di circa un milione di alberi. Il video qui sotto è stato filmato dall’Instituto Socioambiental (ISA) e, oltre a mostrare le donne in azione, rivela quanto sia importante la forza collettiva per mantenere il lavoro:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.

Fonte news: https://medium.com/social-environmental-stories/they-will-never-walk-alone-536f32fc89d1

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.