La carne di tartaruga è tossica: morti 9 bambini per un’usanza evitabile

Una evra e propria strage, sia di animali innocenti che di persone quella registrata nella zona di Vatomandry, lungo la costa orientale dell’Isola africana. Negli ultimi giorni, una trentina di persone è stata ricoverata per intossicazione. Secondo quanto riferito, tutti gli ammalati avevano consumato carne di tartaruga marina pescata nei dintorni. Purtroppo, tra i malati si contano anche molteplici decessi:

19 persone di cui 9 bambini hanno perso la vita a causa dell‘intossicazione per un’usanza che andrebbe evitata sia per la tutela della vita umana che per quella della biodiversità marina. Come ricordava già nel 2018 il sito web turtle-foundation.org il consumo di tartarughe marine è invece già vietato in Indonesia, come nella maggior parte dei paesi, per la protezione di questi animali in via di estinzione. Tuttavia, la pesca per le consumazioni delle carni di questi rettili marini è ancora praticata in molti luoghi. Meno noto è il fatto che il consumo di carne di tartaruga può causare avvelenamenti gravi e persino fatali. Questo è dovuto alla presenza di sostanze tossiche che si accumulano naturalmente nel corpo dell’animale a causa dell’abituale consumazione di alghe specifiche che contengono questi elementi naturali, potenzialmente dannosi per l’uomo. Questo è stato anche il destino degli abitanti del villaggio di Taileleu, nel sud dell’isola di Siberut, al largo di Sumatra occidentale, che hanno consumato una tartaruga marina durante una cerimonia festiva, cacciata il giorno prima nelle acque al largo dell’isola. Dopo aver mangiato la carne, le persone hanno sofferto di sintomi gravi come vertigini, vomito, difficoltà respiratorie e forti dolori alla gola e allo stomaco. Poi la tragedia:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel corso dei tre giorni successivi sono morti una bambina di due anni e mezzo, un uomo di 65 anni e un bambino di quattro anni. Almeno altre 16 persone avevano bisogno di assistenza medica urgente, organizzato dall’autorità sanitaria locale “Dinas Kesehatan Mentawai”. Fornire assistenza medica è difficile in questa zona remota, quindi, giorni dopo, sono arrivati ​​ulteriori aiuti e un medico. Secondo i dati dell’autorità sanitaria, almeno 95 persone sono state colpite dall’avvelenamento negli ultimi anni. E’ dunque molto importante sensibilizzare la popolazione mondiale: turisti o

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.