L’ape completamente nera e amica dell’ambiente: è l’ape legnaiola, un insetto impollinatore molto importante

Xylocopa violacea, female foraging on Phlomis viscosa, Mount Carmel, Israel, May 10, 2012.

La Xylocopa violacea, l’ape legnaiola (in gergo anglosassone nota come ape carpentiere viola),  è la specie europea comune di ape carpentiere e una delle api più grandi d’Europa. È anche originaria dell’Asia e troppo spesso viene confusa con specie pericolose per l’uomo. Al contrario, è importante tenere a mente che questi insetti non rappresentano una minaccia per noi esseri umani e sono invece molto importanti per l’ecosistema in cui viviamo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come la maggior parte dei membri del genere Xylocopa, fa i nidi nel legno morto. Non è particolarmente aggressiva e attacca solo se costretta a farlo. La gamma di Xylocopa violacea si estende dall’Europa verso est attraverso l’Asia fino alla Cina centrale, limitata a latitudini superiori a 30 gradi. In India , qualsiasi specie completamente nera di Xylocopa è indicata con il nome comune ” bhanvra ” (o ” bhomora ” – ভোমোৰা – in Assamese ), e rapporti e avvistamenti di bhanvra sono comunemente attribuiti erroneamente a questa specie; tuttavia, questa specie si trova solo nelle regioni settentrionali di Jammu, Kashmir e Punjab. La maggior parte degli avvistamenti si riferisce a uno qualsiasi di molti altri Xylocopa neri comuni, come X. nasalis , X. tenuiscapa o X. tranquebarorumNel 2006, Xylocopa violacea è stata segnalata da Cardigan, Galles. Nel 2007 è stata verificata la sua riproduzione per la prima volta in Inghilterra, nel Leicestershire. Ciò segue un’espansione verso nord della sua gamma in Francia , Germania e Isole del Canale . Nel 2010 è stato registrato nel Northamptonshire e nel Worcestershire.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le api legnaiole svernano e spuntano in primavera, di solito intorno ad aprile o maggio. Il letargo è intrapreso dagli adulti nel bosco dove sono presenti cunicoli di nido abbandonati. Nella tarda primavera o all’inizio dell’estate, possono essere visti in giro alla ricerca di compagni e siti di nidificazione adatti. Dopo l’accoppiamento, le femmine gravide hanno scavato gallerie in legno morto, da cui deriva il nome “ape carpentiere”, anche se possono essere utilizzate vecchie gallerie nido. Come altre api solitarie, la femmina crea il nido da sola. Le uova vengono deposte all’interno di una serie di piccole celle, ognuna delle quali è dotata di una palla pollinica di cui le larve possono nutrirsi. Gli adulti emergono alla fine dell’estate per poi ibernare fino all’anno successivo. Perché è importante tutelare questi insetti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

X. violacea è stata segnalata come insetto impollinatore di diverse specie di orchidee tra cui Anacamptis laxifloraHimantoglossum robertianumOphrys holosericea e Orchis mascula [1]. Molto presente anche sulle infiorescenze a grappolo della Wisteria sinensis, o glicine comune. Tra i parassiti delle larve vi sono l’imenottero icneumonide Holocryptus femoralis e il sapigide Polochrum repandum. E’ quindi importante evitare di disturbare questi animaletti – molto importanti per la salvaguardia dell’ecosistema naturale – garantendo anche una costante sensibilizzazione della popolazione. Queste api non vanno confuse con i calabroni e non vi è alcun motivo di contrastare la loro presenza. Passaparola!

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.