Una lampada che funziona 45 giorni con solo mezzo litro di acqua salata.

La startup colombiana di energie rinnovabili E-Dina ha sviluppato una torcia portatile chiamata WaterLight, che produce energia elettrica da una risorsa naturale rinnovabile come l‘acqua salata. Sviluppato in collaborazione con la divisione colombiana dell’agenzia creativa Wunderman Thompson, WaterLight è un’alternativa più affidabile alle lampade solari nelle comunità senza rete elettrica. Il dispositivo portatile deve essere riempito con 500 millilitri di acqua di mare – o anche urina in situazioni di emergenza – per generare luce per 45 giorni. Questo, grazie alla ionizzazione di un elettrolita composto da acqua salata, che reagisce con piastre di magnesio e rame all’interno della lampada per produrre elettricità.

WaterLight funge da mini generatore di corrente e può essere utilizzato per caricare dispositivi mobili ed elettronici tramite una porta USB. WaterLight funziona 24 ore su 24 grazie alla ionizzazione, che permette alla lampada di produrre elettricità e luce, per lunghi periodi di tempo, grazie al modo brevettato di E-Dina di mantenere la reazione chimica per un lungo periodo di tempo. WaterLight è stato creato come un prodotto durevole e riciclabile al 100%. È progettato per funzionare per 5.600 ore, che equivale a più di 230 giorni o da 2 a 3 anni di utilizzo, a seconda della frequenza con cui è necessario. Il dispositivo ha un guscio esterno cilindrico in legno con un circuito integrato alla base e un tappo perforato sulla parte superiore che consente all’acqua di fluire nel dispositivo mentre l’idrogeno creato durante il processo di ionizzazione può fuoriuscire. Una volta evaporate le particelle di sale, la lampada può essere svuotata e ricaricata, mentre l’acqua usata può essere riutilizzata per altri usi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La lampada è stata progettata appositamente per il popolo Wayúu, una comunità indigena che vive nell’estremo nord del Sud America, dove la Colombia incontra il Venezuela. L’area è circondata su tutti i lati dal Mar dei Caraibi, che offre una risorsa abbondante per alimentare il WaterLight. Wunderman Thompson afferma che la lampada può essere completamente riciclata e l’obiettivo è infine quello di lanciare una versione ridotta e prodotta in serie della WaterLight in tutto il mondo. WaterLight non è la prima iniziativa per portare luce alle comunità rurali di tutto il mondo. Nel febbraio di quest’anno, il lucernario di desalinizzazione solare di Henry Glogau è stato annunciato come finalista del Lexus Design Award 2021.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: ecoinventos.com

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ulteriori informazioni:waterlight.com.co  

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.