Il balxafortide di Polyphor fallisce nello studio sul cancro al seno in fase avanzata

L’azienda di biotecnologia svizzera Polyphor ha riferito che la sua risorsa sperimentale, balixafortide, non è riuscita a soddisfare l’endpoint co-primario in uno studio sul cancro al seno in fase avanzata. Lo studio globale di fase III, FORTRESS, ha valutato l’efficacia di balixafortide (POL6326) in combinazione con eribulina per il trattamento di pazienti con carcinoma mammario HER2 negativo, recidivante localmente o metastatico:

Un’analisi primaria dei risultati mostra che il farmaco combinato non ha migliorato il tasso di risposta obiettiva (ORR) rispetto al braccio da sola eribulina (13,0% contro 13,7%; p=1,00) nella terza linea e nella popolazione successiva seguita per un minimo di sei mesi. Il braccio eribulina da sola ha anche superato il braccio balixafortide più eribulina nel tasso di beneficio clinico, un endpoint secondario chiave dello studio. Tuttavia, il profilo di sicurezza e tollerabilità di balxafortide nello studio era in linea con lo studio di Fase Ib precedentemente riportato. La società continuerà a valutare i dati dello studio, a rivederli con esperti e a confermare il suo futuro il mese prossimo. Gökhan Batur, CEO di Polyphor, ha dichiarato:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Data l’elevata necessità medica insoddisfatta per i pazienti con carcinoma mammario HER2 negativo in una fase avanzata della malattia, siamo delusi dal fatto che lo studio FORTRESS non abbia raggiunto il suo endpoint coprimarino. Ringraziamo tutti i pazienti, i ricercatori e gli operatori sanitari, nonché i nostri dipendenti per la loro partecipazione attiva a questo studio”. (Reuters) .

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.