6 misteri dell’umanità che potrebbero non essere mai decifrati

La storia dell’umanità è estremamente ricca e, nonostante il progresso delle tecniche scientifiche, ci sono ancora molte incognite da decifrare che tengono svegli gli esperti. Con il passare del tempo i dati si perdono e le tradizioni si dimenticano, quindi non sorprende che, a distanza di secoli, non si riesca a trovare il significato o l’utilità di certi manufatti antichi. Successivamente, condividiamo sei misteri che, poiché sono una finestra su un mondo e su tempi molto diversi, potrebbero non essere mai decifrati.

  1. C’è una camera segreta nella sfinge egizia?
    La Sfinge di Giza è un’opera impressionante che ha più di 4.000 anni. Era di grande importanza per l’antica cultura egiziana e nasconde ancora oggi dei segreti. Alcuni credono che sotto l’orecchio della sfinge ci sia una roccia che blocca l’ingresso nella struttura. C’è la teoria di una presunta Camera dei Registri , una vecchia libreria che si troverebbe lì. C’è chi crede che contenga passaggi sotterranei per le Piramidi , e altri, meno credibili, pensano che al suo interno ci sia qualcosa che cambierà tutta la vita sulla Terra una volta sbloccato. Che cos’è? Nessuno lo sa, e forse non lo sapremo mai.
  2. Cosa dice il Festus Disc? Si tratta di un disco di argilla ritrovato nel 1908 da un archeologo italiano nel sud di Creta, l’isola più grande dell’arcipelago greco. Ha un diametro di 16 centimetri ed è formato da due facce che contengono sequenze di geroglifici a spirale che sono dirette verso il centro. Nonostante sia stato scoperto più di un secolo fa, il suo significato non è stato decifrato , in quanto gli esperti non riescono nemmeno a mettersi d’accordo sulla direzione in cui leggere i caratteri.
  3. Pietre perfettamente sferiche in Costa Rica: Le sfere di pietra del Costa Rica sono un insieme di circa 500 rocce con forme perfettamente sferiche che si trovano nelle vicinanze del fiume Diquís, a sud-est del Costa Rica. Sono stati scoperti nel 1939, ma si stima che una cultura estinta prima dell’arrivo dei colonizzatori li abbia creati circa 1,5 miliardi di anni fa. Le sue dimensioni variano da 10 centimetri a 2,57 metri di diametro e il suo peso può superare le 16 tonnellate. Nel tempo, sono diventati un’icona culturale per i costaricani, ma la loro origine e il loro significato rimangono sconosciuti .

     

    Visualizza questo post su Instagram

     

    Un post condiviso da Internet Archive (@internetarchive)

  4. Il Manoscritto Voynich : Si tratta di un libro illustrato scritto in una lingua indecifrabile e del tutto sconosciuta di cui non esistono altri esempi in nessun’altra parte del mondo. Fu acquistato nel 1912 da un collezionista di libri polacco, ma la sua origine è un mistero assoluto. È noto, da prove sulla pergamena, che fu scritto tra il 1404 e il 1438. Il suo contenuto è sfuggito a qualsiasi tentativo di decodificarlo. Gli studi linguistici hanno stabilito che si tratta di un linguaggio naturale e non inventato (come quello elfico ne Il Signore degli Anelli), ma altri insistono sul fatto che non sia altro che una bufala molto, molto elaborata . Fino ad oggi, quasi tutto ciò che riguarda il manoscritto Voynich è sconosciuto.
  5. Le pietre di Puma Punku: Nel dipartimento di La Paz, Bolivia, c’è una città archeologica, che è l’unico residuo conosciuto della cultura Tiahuanaco , una civiltà prima dell’ascesa degli Incas. L’architettura è caratterizzata da enormi pietre ornate da rilievi tagliati e precisi. Il mistero sta nel fatto che il livello di raffinatezza dei rilievi , e la precisione dei tagli, è di gran lunga superiore a quanto i più si aspetterebbero in una cultura così antica che non aveva accesso a una tecnologia così avanzata. La cultura di Tiahuanaco apparve intorno al 1580 aC e crollò circa 500 anni dopo. Alcuni credono che sia stata la madre delle civiltà americane precolombiane.
  6.  La pergamena di rame del tesoro: Il Rotolo di rame è uno dei Rotoli del Mar Morto, una serie di testi con contenuto biblico scritti in ebraico, aramaico e greco, trovati in grotte sulla riva di quel corpo d’acqua. Si distingue notevolmente sia nel materiale che nel contenuto. È fatto principalmente di rame con l’1% di stagno (la maggior parte dei Manoscritti sono in pelle o papiro), e a differenza del resto, non ha contenuto religioso, ma piuttosto una mappa del tesoro . Descrive la posizione di una serie di oggetti d’oro e d’argento che renderebbero ricco chiunque li trovi, poiché sono valutati intorno al miliardo di dollari. Tuttavia, il passare del tempo ha nascosto i tesori e l’imprecisione delle istruzioni rende impossibile trovarli.

Fonte: bioguia.com

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.