Tumore alla mammella: c’è un farmaco che allunga le prospettive di vita come mai prima, ecco lo studio

E’ un nuovo farmaco prodotto dalla Novartis e si chiama Ribociclib, riduce del 24% il rischio di morte e allunga la vita di 5 anni nella malattia avanzata. E’ davvero una svolta nelle terapie oncologiche. nel 2020 sono stati calcolati 55 mila i casi di tumore alla mammella in Italia e 37mila donne vivono con una malattia metastatica. Da oltre 30 anni la Novartis cerca di trovare le soluzioni per migliorare lo stile di vita delle persone che hanno una diagnosi di tumore avanzato alla mammella.

Nello studio MONALEESA-2, sono stati registrati alcuni risultati avvero importanti e sono stati resi noti al Congresso 2021 della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO). I dati presentati hanno dimostrato che il Ribociclib ha funzionato, è stata superata la sopravvivenza delle donne con un tumore al seno avanzato di 5 anni. Il Ribociclib ha mostrato una riduzione del 24% di rischio di morte. In combinazione al Ribociclib è stato utilizzato il Letrozolo e un altro gruppo di donne ha assunto placebo più Letrozolo. Dopo 5 anni i risultati sono stati sorprendenti, chi assumeva il Ribociclib ha avuto una possibilità di sopravvivenza superiore al 50%.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.