“Gli under 14 non potranno più acquistare sigarette” – approvata la Legge in Nuova Zelanda

Tagliare fuori dal consumo di sigarette un’intera generazione, e tutte quelle a venire. È questo l’obiettivo dichiarato delle nuove misure che verranno introdotte a partire dal 2022 in Nuova Zelanda su tutte quella del bando, a vita, dall’acquisto di sigarette e tabacco da parte di chi ha 14 anni o meno. In questo modo, si crea un futuro «di generazioni senza fumo», conferma il governo, che parla di «un giorno storico per la salute della nostra gente». Il limite d’età verrà invece introdotto a partire dal 2023. Oltre a questa, pesante, novità ce ne sono altre:

Un aumento del prezzo delle sigarette, una diminuzione della nicotina nel tabacco, un taglio alle concessioni di vendita per i negozi e un aumento ai fondi alle associazioni che si occupano di dipendenze. Una cosa abbastanza importante, e controversa, è che tutte queste nuove misure non riguardano in alcun modo lo svapo, le e-sigarette e i loro liquidi largamente diffusi fra i teenager.Oltre ai giovani e giovanissimi, fra le categorie più a rischio ci sono quelle dei nativi e soprattutto dei maori il cui tasso di fumatori è molto elevato (circa il 29%). Una percentuale, ne è convinto il Governo, che difficilmente avrebbe potuto calare senza l’introduzione di misure sensibilmente più severe:

- Prosegue dopo la pubblicità -

D’altra parte però è diffusa la preoccupazione che, alzando il prezzo delle sigarette e abbassando il contenuto di nicotina, si mandino sul lastrico intere econome domestiche delle fasce meno abbienti ed educate della popolazione, com’è il caso proprio dei maori. Fra le altre preoccupazioni c’è anche quella di un ormai praticamente certo aumento del contrabbando e del mercato nero. “Il fumo è ancora la causa principale per le morti evitabili” e all’origine di “un caso su quattro di tumore” in Nuova Zelanda che causa la morte di migliaia di persone ogni anno e che costano al paese milioni di dollari.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Secondo Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, questo provvedimento risponde alle esigenze di salute pubblica. In base alle nuove norme infatti, il limite dei 14 anni per l’acquisto di tabacco verrà innalzato progressivamente. In questo modo i giovani non inizieranno mai a fumare anche perchè diventerà reato la vendita o la fornitura di prodotti del tabacco ai giovani.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.