Qual è l’orario migliore per andare a dormire? Ecco lo studio che spiega come ridurre i rischi per il cuore

Qual è l’orario migliore per andare a dormire? Andare a dormire ad un certa ora, supporta anche la salute del cuore. I ricercatori hanno monitorato 14.536 adulti di varie età per capire quanto le loro abitudini di sonno potessero influire sullo stato di salute del cuore.

Ma qual è l’orario migliore per andare a dormire e rimanere in salute? La ricerca indica che l’ideale è andare a dormire massimo entro le 23, solo in questo modo soprattutto per gli uomini si riduce il rischio di problemi di ipertensione e cardiologici. Alle donne invece è possibile rimanere sveglie un’ ora in più, possono rimanere sveglie fino a mezzanotte.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sul sito DailyMail è stata pubblicata una ricerca dell’Università della Cina meridionale, a Hengyang. Sono stati monitorate le abitudini di sonno dei soggetti presi in considerazione e sul loro stato di salute. In definitiva i ricercatori hanno stabilito che chi si atteneva a dei ritmi simili ogni giorno, aveva basso rischio di problemi cardiaci. Invece dormire troppo presto o troppo tardi aumentava la pressione alta e problemi a livello cardiovascolari.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Circa un adulto su cinque nel Regno Unito soffre di ipertensione, causa di infarti e ictus. Anche altre cattivi abitudini possono aumentare questo rischio come l fumo, vita sedentaria, cattiva alimentazione. Andare a dormire all’orario giusto e dormire tra le 7 e le 9 ore ogni notte, può diminuire il rischio di pressione sanguigna e quindi di problemi cardiaci.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.