La “piramide nascosta di oltre 20.000 anni” sarebbe molto più antica delle piramidi egizie e di Göbekli Tepe. La possibile spiegazione

La presunta piramide di Gunung Padang, situata in Indonesia, ha acceso un acceso dibattito nel mondo archeologico. Un team di geologi indonesiani sostiene che questa struttura megalitica, formata da cinque terrazze a gradoni, sia in realtà una piramide artificiale risalente ad oltre 20.000 anni fa:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se fosse confermata, questa datazione la renderebbe la piramide più antica del mondo, sbaragliando la concorrenza delle ben note piramidi egizie nonché al sito archeologico di Göbekli Tepe. Tuttavia, la comunità archeologica internazionale è molto scettica su questa teoria. La datazione di 27.000 anni fa si basa su metodi controversi, come la risonanza magnetica protonica, che non sono universalmente accettati per la datazione di siti archeologici. Il tempio Lebak Cibedug , è un sito megalitico sacro a forma di piramide terrazzata sulla riva del fiume Cibedug vicino al villaggio di Citorek nella provincia di Banten , all’estremità occidentale dell’isola di Giava , in Indonesia . Ci sono altri menhir e dolmen megalitici in questo sito. Tuttavia, per la datazione della piramide mancano prove archeologiche concrete a sostegno di questa tesi, come reperti o manufatti risalenti a quel periodo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nonostante le perplessità, la scoperta ha acceso un nuovo interesse per il sito di Gunung Padang, che rappresenta comunque un luogo di grande fascino e mistero. La sua struttura a terrazze, ancora in parte sepolta, potrebbe celare al suo interno camere e gallerie inesplorate che potrebbero gettare nuova luce sulla storia antica dell’Indonesia e, chissà, del mondo intero. A riportare alla ribalta il caso, è stata la pubblicazione di un articolo scientifico che sta facendo molto parlare di se. Lo studio ipotizza che la costruzione più antica del sito archeologico potrebbe infatti aver avuto origine come una collina lavica naturale prima di essere scolpita e poi avvolta architettonicamente durante l’ultimo periodo glaciale tra il 25.000 e il 14.000 a.C..

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gunung Padang è un sito archeologico situato a Karyamukti , Campaka, Cianjur Regency , Giava Occidentale , Indonesia , 30 chilometri (19 miglia) a sud-ovest della sede della reggenza o 8 chilometri (5,0 miglia) dalla stazione di Lampegan . Situato a 885 metri (2.904 piedi) sul livello del mare, il sito copre una collina, un vulcano spento, in una serie di cinque terrazze delimitate da muri di sostegno in pietra a cui si accede tramite 370 gradini successivi di andesite che si innalzano di circa 95 metri (312 piedi) . È ricoperto da massicce colonne esagonali in pietra di origine vulcanica. [1] Il popolo sundanese considera il sito sacro e crede che sia stato il risultato del tentativo del re Siliwangi di costruire un palazzo in una notte. [2]

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gunung Padang è costituito da una serie di cinque terrazze artificiali, una rettangolare e quattro trapezoidali, che si trovano, da una a cinque, ad altezze successivamente più elevate. Anche queste terrazze diventano successivamente più piccole con l’elevazione con la prima terrazza come la più bassa e la più grande e la quinta terrazza come la più alta e la più piccola. Tali terrazzi giacciono lungo un asse centrale longitudinale NW-SE. Sono piattaforme artificiali create abbassando i punti alti e riempiendo i punti bassi con materiale di riempimento fino a ottenere una superficie piana. I perimetri della terrazza sono costituiti da muri di sostegno perimetrali formati da colonne poligonali vulcaniche impilate orizzontalmente e montate verticalmente come pali. A questo complesso di terrazze si accede tramite una scala centrale con 370 gradini, un’inclinazione di 45 gradi e una lunghezza di 110 m (360 piedi). [2] [3]

Il controverso studio “fa luce sulle competenze murarie avanzate risalenti all’ultimo periodo glaciale. Questa scoperta sfida la convinzione convenzionale secondo cui la civiltà umana e lo sviluppo di tecniche di costruzione avanzate sono emersi solo durante il periodo caldo del primo Olocene o dell’inizio del Neolitico, con l’avvento dell’agricoltura circa 11.000 anni fa (Harari, 2014 ) . Tuttavia, prove provenienti da Gunung Padang e da altri siti, come Gobekli Tepe, suggeriscono che pratiche di costruzione avanzate erano già presenti quando l’agricoltura, forse, non era ancora stata inventata. I costruttori dell’Unità 3 e dell’Unità 2 a Gunung Padang devono aver posseduto notevoli capacità murarie, che non sono in linea con le tradizionali culture di cacciatori-raccoglitori. La sepoltura di queste strutture circa 9000 anni fa aggiunge ulteriore intrigo per ragioni non del tutto comprese. Data la lunga e continua occupazione di Gunung Padang, è ragionevole ipotizzare che questo sito avesse un’importanza significativa, attirando gli antichi ad occuparlo e modificarlo ripetutamente” – dichiarano i ricercatori che concludono:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Per far avanzare ulteriormente la nostra conoscenza di Gunung Padang, è essenziale che la ricerca futura intraprenda scavi completi e sistematici che approfondiscano le caratteristiche delle Unità 2, Unità 3 e Unità 4, nonché il loro significato culturale. L’impiego di tecniche avanzate di imaging geofisico e di perforazione direzionale può rivelarsi determinante nell’esplorazione delle strutture sotterranee, comprese le potenziali camere. Nel caso in cui si incontri una camera durante le operazioni di perforazione, l’uso di telecamere downhole può fornire una preziosa documentazione visiva. Inoltre, lo svolgimento di studi di datazione radiometrica più estesi contribuirà a ottenere stime precise sull’età delle costruzioni, migliorando la nostra comprensione delle loro linee temporali storiche. Gunung Padang rappresenta una testimonianza straordinaria, essendo potenzialmente la piramide più antica del mondo. Ulteriori indagini e ricerche interdisciplinari ne scopriranno i segreti nascosti e faranno più luce sulle antiche civiltà che prosperarono in questo sito enigmatico”hanno concluso i ricercatori. A tal proposito, riportiamo qui sotto i link ad alcuni video-approfondimenti diffusi sul web:

Fonti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://en.wikipedia.org/wiki/Gunung_Padang

#archeologia #piramide #indonesia #storia #egitto #archeologi

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.