Un fotografo scopre due api che dormono in un fiore: lo scatto è di una dolcezza contagiosa e ci insegna molto sulla loro importanza

Il fotografo naturalista Joe Neely ha fotografato due api che riposano amorevolmente all’interno di una pianta, la Sphaeralcea, considerata tra le “preferite” degli importanti insetti volanti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Non ho mai saputo che le api dormissero nei fiori, ma poi ho scoperto che queste api ( Diadasia diminuta ) dormono nei fiori d’arancio chiamati Globe Mallows.” La Diadasia diminuta – o semplicemente l’ape della malva  – raccoglie il polline dal suo cibo preferito pianta, globo malva ( Sphaeralcea ). Secondo Forest Service presso il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, i loro nidi si trovano comunemente in terreni parzialmente compatti lungo i margini delle strade sterrate negli Stati Uniti occidentali. Le api di malva del globo svolgono un ruolo importante nella riproduzione del fiore. “Le api si coprono di polline che visitano i fiori [e] la maggior parte di questo polline è governata nel cesto di polline sulle zampe posteriori e riportata al nido”, scrive l’organizzazione sul suo sito web. Tuttavia, alcuni pezzi rimangono attaccati sul corpo delle api e sono depositati sullo stigma di ciascuno dei prossimi fiori di malva globo visitati. Quindi, Diadasia contribuisce alla riproduzione di malva. Una foto più ravvicinata:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quando si tratta di dormire le api, ci sono alcuni dettagli interessanti. Non hanno le palpebre, quindi non puoi semplicemente cercare le api con gli occhi chiusi”, ha dichiarato Brandon Hopkins, ricercatore di api alla Washington State University . “Osservando attentamente le api, gli scienziati hanno scoperto che le api mellifere smettono di muovere la loro antenne e in alcuni casi cadono di traverso”. Le sfumature di esattamente come e dove un’ape dorme dipendono da dove vive. Dopo tutto, ci sono più di 20.000 specie conosciute di api che vivono sul nostro pianeta. Le api da miele, ad esempio, lavorano giorno e notte e prendono i turni dormendo all’interno dell’alveare. I loro modelli di sonno cambiano man mano che crescono. Le api più giovani dormono meno, ma le api più anziane catturano tra i 30 minuti e un’ora e mezza ogni notte, prendendo piccoli sonnellini di circa 15-30 secondi alla volta.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ma queste due api si sono accoccolate nel fiore e hanno fatto la composizione perfetta, offrendo a Joe quello che è diventato il suo colpo vincente per la giornata. “Ho usato un Nikon D750 e un obiettivo macro da 150 mm insieme a un flash macro Nikon R1C1″, ha rivelato. Il fotografo ha detto che si avvicina alla fotografia delle api nello stesso modo in cui si avvicina a qualsiasi altro tipo di fotografia naturalistica, dai serpenti a sonagli ai bisonti.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -