Il Parlamento Europeo dice no all’uso di piatti e bottiglie di plastiche contengono BPA pericoloso.

Ambiente Salute

Il BPA, detto anche Bisfenolo A è una sostanza chimica molto pericolosa per gli esseri umani, perchè provoca innumerevoli danni, ma anche se questo si conosce benissimo, viene ancora utilizzato per la produzione di oggetti di uso comune, come: contenitori per uso alimentare, bottiglie per acqua e bevande in genere, scontrini ecc.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Proprio per la sua pericolosità è stato già eliminato nella produzione dei biberon, questo perchè è una sostanza capace di alterare l’attività del sistema endocrino, che è formato da ghiandole e cellule che secretano ormoni, questo provoca effetti nocivi e ha conseguenze sul metbolismo, sul sistema riproduttivo,sul sistema immunitario con possibilità di sviluppo di tumori.
Inoltre può provocare diabete e obesità nei bambini e man mano che usiamo prodotti d’uso quotidiano che contengono il BPA , questo a lungo andare viene assorbito dal nostro organismo, soprattutto con alte temperature(es. cibi molto caldi a contatto con piatti di plastica) o periodi prolungati sotto i raggi solari o ad alte temperature(es. bottiglie di plastica che contengono acqua o bevande che vengono trasportate su camion per lunghi tragitti sotto il sole o che vengono conservate all’aria aperta sempre al diretto contatto con i raggi solari).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche se con un ritardo notevole, il Parlamento Europeo ha approvato una soluzione che vieta di utilizzare il BPA per la produzione di prodotti a contatto di alimenti e bevande.
In Italia invece non ci sono novità a riguardo e questa sostanza dannosa viene ancora utilizzata.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il Fatto Alimentare a tal proposito: “molti Paesi europei hanno deciso autonomamente di limitare l’esposizione dei consumatori al BPA. L’Italia“, continuano “rientra nell’ambito dei paesi che, pur evidenziando i possibili problemi, ha scelto di non adottare alcuna misura autonomamente

L’unica restrizione al momento in Italia è quella sui biberon che parte dall’Unione Europa, sul resto della faccenda il nostro Parlamento non ha aperto bocca. I tempi nel nostro paese come al solito, sono biblici nella maggiorparte dei campi in esame, ma quanto possiamo aspettare ancora? Siamo contaminati da sostanze tossiche, anche i bambini che con la legge sul biberon dovrebbero essere tutelati, se bevono acqua in bottiglia di plstica o se viene utilizzata acqua in bottiglie di plastica per la preparazione del latte artificiale, non corrono gli stessi rischi? Perchè non muoversi subito?

- Prosegue dopo la pubblicità -

Finchè il Governo non riesce a trovare una soluzione, noi consumatori abbiamo un forte potere a riguardo e molto spesso non ce ne rendiamo conto. Inziare ad eliminare questi prodotti dalla nostra vita quotidiana, porta ad una minor richiesta sul mercato e questo ad una minor produzione, di conseguenza anche il Governo sarà costretto a prendere poi delle decisioni a tal proposito. Non usare piatti e utensili per la cucina di plastica, evitare di acquistare acqua in bottiglia di plastica, sono piccoli gesti quotidiani che se fatti da tutti, possono contribuire a cambiare il mondo in meglio.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).