Formaggio arricchito con “fiocchi di legno”. Quanto siamo consapevoli di cosa mangiamo?

Avete mai sentito parlare di formaggio alla pasta di legno? Dal nome potrebbe sembrare un piatto gourmet, ma invece è ciò che è risultato da alcuni test effettuati da ‘Bloomberg News’ negli Stati Uniti, un quadro davvero inquientante.
La cellulosa di legno è stata trovata in un formaggio: Parmesan.  Formaggio grattuggiato simile al nostro Parmigiano, in vendita negli Stati Uniti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Non è il primo alimento che risulta gonfiato con ingredienti non proprio commestibili, ricordiamo: il pollo gonfiato con acqua per aumentare il peso e la pink slime: una melma rosa che ha sostituito la classica carne macinata, ma è realizzata con gli scarti dell’industria dei bovini.
Food and Drug Administration (FDA) ha confermato anche questo grave caso riguardante il Parmesan statunitense

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dopo i test del 2012, la FDA ha iniziato ad occuparsi della vicenda, soprattutto puntando gli occhi sul prodotto a marchio ‘Castle Cheese Inc’, scoprendo cose del tutto inaspettate. In un prodotto sponsorizzato come “100% parmesan” sono stati riscoontrati presenza di cellulosa e altri formaggi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dean Sommer, esperto del Centro di Dairy Research a Madison, Wisconsin,spiega che: “la cellulosa è un additivo non dannoso, a un livello compreso tra il 2 e il 4 per cento“. Ma molti prodotti analizzati rivelano che i livelli di cellulosa sono molto più alti, anche se in alcuni casi non viene neanche dichiarata tra gli ingredienti.

L’FDA ha così scritto alle aziende un severissimo avvertimento, evidenziando che “l’etichetta dichiara come i prodotti siano ‘Parmesan Cheese’ o ‘Romano cheese’ mentre, in realtà, sono una miscela di vari formaggi e altri ingredienti” e precisando come “i prodotti ‘Parmesan Cheese’ non contengono ‘Parmesan Cheese’”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Stiamo parlando di un prodotto che per nostra fortuna difficilmente troveremo in Italia, ma quanto siamo consapevoli di ciò che mangiamo? Siamo sicuri che tutto ciò che acquistiamo sia sicuro? Il consiglio è evitare più possibile prodotti confezionati e soprattutto molto lavorati, perchè è più facile che nascondino ingredienti non molto sicuri e poco raccomandabili

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).